"È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese"
(art. 3 della Costituzione) "L'arte e la scienza sono libere e libero ne è l'insegnamento"
(art. 33 della Costituzione)

 

Queste sono le ispirazioni che animano il nostro lavoro. In coerenza con quanto scritto nella Costituzione repubblicana è nostra convinzione che il Sapere sia un bene comune non mercificabile né privatizzabile. Siamo convinti che ogni cittadino abbia diritto a un'istruzione pubblica e gratuita. Essa deve essere indirizzata al pieno sviluppo della personalità umana e al rafforzamento del rispetto dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali. Come è scritto nella Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo, essa deve promuovere la comprensione, la tolleranza, l'amicizia fra le Nazioni, i gruppi etnici e religiosi, e deve favorire il dialogo e la pace fra i popoli. Tutti i cittadini hanno diritto a prendere parte liberamente alla vita culturale della comunità a cui appartengono, di godere delle arti e di partecipare al progresso scientifico e ai suoi benefici. Indipendentemente dal sesso, dalla religione, dalla nazionalità e dall'orientamento sessuale, ognuno ha diritto al libero svolgimento dell'attività scientifica, letteraria e artistica. La Conoscenza così intesa è il principale strumento di cui i popoli si dotano per perseguire una società dove "il libero sviluppo di ciascuno è condizione del libero sviluppo di tutti", fondata cioè sui valori di giustizia, libertà e solidarietà sociale .

Sostieni il Partito con una