Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione comunista, ha dichiarato:

«Monti sostiene che con la crescita eviteremo la bancarotta: il problema è che in questi sette mesi lui non solo ha perso tempo con politiche recessive che aggravano la crisi ma c’ha fatto perdere il treno, è andato in direzione opposta rispetto a quella da prendere per uscire dalla crisi e fermare la speculazione. Adesso è troppo tardi, siamo già nel burrone! Che la smetta di fare danni, visto che il suo intervento non è servito a nulla. Il governo Monti è come la Tav in Val di Susa: non solo inutile, ma pure dannoso per l’Italia e gli italiani».

Condividi

Sostieni il Partito con una


 

Responsabile Gianluigi Pegolo