Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione comunista, ha dichiarato:

«Monti sostiene che con la crescita eviteremo la bancarotta: il problema è che in questi sette mesi lui non solo ha perso tempo con politiche recessive che aggravano la crisi ma c’ha fatto perdere il treno, è andato in direzione opposta rispetto a quella da prendere per uscire dalla crisi e fermare la speculazione. Adesso è troppo tardi, siamo già nel burrone! Che la smetta di fare danni, visto che il suo intervento non è servito a nulla. Il governo Monti è come la Tav in Val di Susa: non solo inutile, ma pure dannoso per l’Italia e gli italiani».

Condividi

Sostieni il Partito con una


 

Responsabile Gianluigi Pegolo

  •  Fra pochi giorni si avvierà il percorso congressuale del PRC che si concluderà alla fine dell’anno. Sarà un appuntamento decisivo...

  • Il risultato dei referendum non si presta ad interpretazioni di comodo. Il fatto che, in assenza di un’informazione adeguata e...

  • di Gianluigi Pegolo L’intervista rilasciata alcuni giorni fa da Vendola al Corriere della Sera non costituisce l’ennesimo ballon d’essai, ma...

  • RELAZIONE AL COMITATO POLITICO NAZIONALE DEL 21 e 22 MAGGIO 2011 Per supportare l’analisi, che vi proporrò, mi sono avvalso...

  • Possiamo, a ragione, esprimere soddisfazione per i risultati di queste elezioni amministrative. Il primo dato, in sé rilevantissimo, è che...