Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione comunista, in occasione del 17 maggio, la Giornata Internazionale contro l'Omofobia, dichiara:

«I diritti delle persone omosessuali e transessuali vengono costantemente negati. Noi pensiamo che oltre a combattere la discriminazione, oltre a fare battaglie culturali che sono importantissime, occorra un’inversione di tendenza a livello parlamentare: ci vogliono atti concreti, per il riconoscimento delle unioni, dei matrimoni e delle adozioni per tutte le coppie. Mentre Obama e parte del resto del mondo vanno avanti, l’Italia resta al palo, complici le pesanti ingerenze vaticane. Non solo oggi, ma tutti i giorni, noi crediamo che i diritti delle persone LGBTQ vadano rispettati e implementati. Combattendo anche una certa omofobia purtroppo dilagante e sdoganata spesso da esponenti politici del centrodestra».

Condividi

Sostieni il Partito con una