Care compagne e cari compagni,

nella situazione di crisi sanitaria in cui siamo nuovamente e drammaticamente immersi, ci poniamo la necessità come Rifondazione Comunista di continuare a svolgere, e potenziare, un ruolo attivo che sia più strutturato per il presente e il futuro. Tal fine ci ha portato alla costituzione di un gruppo di lavoro nazionale operativo sulla sanità che si è già riunito per affrontare le questioni sopra appena accennate.
L’intento del gruppo è quello di costruire, dotandosi di strumenti adeguati, una sorta di “cassetta degli attrezzi”- efficaci ai nostri obiettivi-, già in questa fase legata strettamente all’emergenza sanitaria.
Un lavoro di lettura critica della situazione (ritardi nell’affrontare la seconda ondata di pandemia, largamente annunciata, in termini di investimenti nel tracciamento e nella sorveglianza sanitaria, di un rafforzamento del territorio, di un’implementazione delle strutture di cure intermedie e l’implementazione dei posti letti covid, l’attivazione di piani di assunzione di personale sanitario ospedaliero e della medicina territoriale, ecc.) per un’opera di puntuale denuncia, insieme e soprattutto, di elaborazione di nostre proposte sulle questioni appena riassunte e anche di riportare a tema questioni di ordine generale.

Il secondo intento è quello di un’auspicata ricostruzione di un coordinamento nazionale sulla sanità che riesca a darsi una sua struttura non episodica ma organica nel tempo per ricostruire un “ nostro pensiero” strategico di politica sanitaria finalizzato alla riconquista di un Servizio Sanitario Nazionale, battaglia che stiamo già conducendo con diverse associazioni e movimenti, non ultima, Medicina Democratica con la quale insieme a tante altre realtà sociali abbiamo sottoscritto un importante documento: "la sanità non è un'azienda, la salute non è una merce".
In questa duplice ottica, il gruppo operativo nazionale, ritiene necessario un allargamento della discussione e, soprattutto, del lavoro di elaborazione e di proposta coinvolgendo, in tempi veloci, le compagne e i compagni responsabili del settore, referenti territoriali o che comunque si occupano, o sono sensibili, a queste tematiche, chiedendo ai livelli regionali e territoriali di indicarcene nominativi e contatti (e-mail e possibilmente numeri di telefono) che ci permettano di portare avanti in modo proficuo il lavoro e la realizzazione degli obiettivi individuati.

Del gruppo nazionale fanno parte: Rosa Rinaldi, Giovanna Capelli, Danielle Vangieri, Franco Cilenti e Fulvio Picoco;

ha dato la disponibilità a lavorare ed essere parte del gruppo Loretta Mussi che non è iscritta ma è compagna di tante battaglie, non ultima quella sull'autonomia differenziata, in particolare per la sanità. Molti di voi hanno già potuta apprezzarne qualità e competenze in occasione delle diverse iniziative svolte in online.

Abbiamo chiesto a Danielle Vangieri di svolgere un ruolo di "segretariato" per il gruppo sia per le sue competenze sia per evitare di disperdere in troppi rivoli la ri-costruzione di un coordinamento sanità. In questo senso invitiamo i regionali e le federazioni ad inviare le segnalazioni alla e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Infine, alleghiamo alcuni documenti e materiali inviateci da Loretta Mussi su temi che riteniamo utilissimi per il lavoro che ci apprestiamo a fare e un altrettanto utile documento di Fulvio Picoco.

Invitiamo le compagne e i compagni a diffondere alle iscritte e agli iscritti la comunicazione in oggetto.

Buon lavoro e grazie per l'attenzione.

Rosa Rinaldi, Segreteria nazionale PRC-SE

 

 

Condividi

Cerca

201110sanita

Sostieni il Partito con una