Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione comunista, dichiara:

 

«Oggi abbiamo consegnato in Cassazione le centinaia di migliaia di firme raccolte per fare i referendum su lavoro, su articolo 18 e articolo 8. Purtroppo questi referendum e quelli per l’abolizione della riforma Fornero sulle pensioni sono stati scippati: con la decisione di Napolitano di sciogliere le Camere a dicembre si è di fatto impedito lo svolgimento dei referendum. Faremo ovviamente ricorso alla Consulta ma di fatto il Presidente della Repubblica con questo suo ultimo atto antidemocratico ha negato agli italiani la possibilità di decidere sui peggiori atti fatti dai governi Berlusconi e Monti contro i lavoratori e le lavoratrici».

Condividi

Cerca