Questa mattina, a Roma, di fronte alla prefettura - la piazza del Viminale è stata negata - si è tenuta una manifestazione sindacale delle donne e degli uomini, assunti nel giugno 2020, per facilitare le pratiche di emersione dal lavoro nero previste dal decreto rilancio e di coloro che sono stati assunti e formati per portare a compimento le pratiche delle commissioni territoriali per la richiesta di asilo. Si tratta di circa 1200 persone, in gran parte giovani, dislocati, nelle diverse prefetture e questure del Paese, grazie al cui lavoro è stato possibile recuperare il ritardo accumulato, permettendo a tante e tanti, donne e uomini migranti, di uscire dal ricatto dell'invisibilità. Con la nuova manovra si prevede un drastico taglio di questo personale che metterebbe a rischio il futuro del servizio le cui esigenze obbligherebbero peraltro ad assumere lavoratori interinali il cui costo è maggiore, rispetto a chi è stabilizzato e che necessita di un periodo di formazione di almeno 4 mesi. Alla manifestazione hanno partecipato anche rappresentanti di associazioni di migranti e di sportelli sociali che beneficiano della presenza di queste figure in grado di rendere esigibili i loro diritti. Come Rifondazione Comunista consideriamo questa convergenza che si è realizzata in piazza importante sia sul piano sindacale che politico. Rispetto ad uno Stato che non accetta di considerare l'immigrazione come parte strutturale della propria quotidianità e che ricorre unicamente a soluzioni emergenziali danneggiando l'intera collettività, chiediamo che tale comparto venga non solo garantito nell'immediato e senza tagli, ma stabilizzato con un contratto a tempo indeterminato, di cui non solo chi è migrante ha bisogno. Quella di oggi è stata una bella giornata di lotta e solidarietà che vorremmo vivere più spesso: trovarsi insieme in piazza cittadini immigrati e lavoratrici e lavoratori che, con dedizione e professionalità, ne garantiscono la dignità è un segnale positivo per l'intero Paese.

Antonello Patta, responsabile nazionale lavoro
Stefano Galieni, responsabile nazionale immigrazione
Partito della Rifondazione Comunista/Sinistra europea

Condividi

Cerca

App Rifondazione

App XI Congresso

Telegram Rifondazione

telegram-appprc190

Skill Alexa

rifondazione 5titoliskill commento100

191016lavoro

Sostieni il Partito


 

COME SOTTOSCRIVERE

  • tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.
  • con cellulare tramite l'app Rifondazione (scaricabile da Google Play o da App Store pagina "sostieni")
  • attivando un RID online o utilizzando questo modulo
  • con carta di credito sul circuito sicuro PayPal (bottone DONAZIONE PayPal sopra)

Ricordiamo che le sottoscrizioni eseguite con la causale erogazione liberale a favore di partito politico potranno essere detratte con la dichiarazione dei redditi del prossimo anno