di ArticoloTre

Anche gli attivisti del Movimento 5 Stelle dicono la loro sulle coppie omosessuali.
Le dichiarazioni razziste e omofobe non hanno evidentemente colore politico, l’imbecillità trasversale.
Della congrega è ufficialmente entrato a far parte l’attivista grillino Francesco Perra, un carneade in cerca di visibilità, del quale non si sentiva la mancanza.

“Non mi sento un omofobo ma tutta questa ostentazione mi sembra eccessiva, noi siamo abituati a manifestare ma io manifesto davanti a un’oppressione” questo in sintesi così il parere di Francesco Perra, quello che va in televisione a dire che il matrimonio è solo quello tra un uomo e una donna. Non può esserci allora il matrimonio gay?
“A quel punto potremo anche sposarci in tre o col proprio animale”.
La dichiarazione, consigliata solo a stomaci forti, porta ad una considerazione: perché un cane o un gatto dovrebbe dividere la propria esistenza con un individuo di siffatta specie?

 

articolotre.com

 

 

 

 

Condividi

Sostieni il Partito con una