di Paola Totaro

La Spagna taglia le tredicesime per il 2012 a parlamentari, alte cariche dell’amministrazione pubblica e impiegati. Gli addetti del pubblico impiego le recupereranno nei fondi pensione del 2015. Ritoccate in ribasso le ferie ed i permessi sindacali. Anche il numero dei consiglieri degli Enti Locali scenderà di circa il 30% ed i Sindaci percepiranno un’indennità inferiore.

L’annuncio del premier Mariano Rajoy ha provocato molte proteste. A Madrid migliaia di persone sono scese in piazza. Gli scontri con la Polizia hanno provocato almeno 23 feriti. Rajoy ha cos’ motivato la difficile scelta

al Parlamento: “Viviamo in un momento cruciale che determinerà il nostro futuro e quello dei nostri giovani, del nostro welfare. Dobbiamo uscire da questa voragine. E dobbiamo farlo il prima possibile: non c’è spazio per fantasie o improvvisazioni a braccio, perché non c’è scelta».

Il portavoce del commissario europeo Olli Rehn ha così commentato le nuove misure di bilancio spagnole: “Sono un passo importante per rispettare gli obiettivi”. L’annuncio di Rajoy è arrivato meno di 24 ore dopo il via libera dell’Ue a 30 miliardi di euro per la ricapitalizzazione delle banche spagnole in cambio di una serie di misure urgenti di austerità.

Anche l’Iva sarà innalzata: dal 18 al 21% e dall’8 al 10%, mentre rimarrà al 4% quella sui beni di prima necessità. Dai tagli alla spesa pubblica e l’aumento dell’Iva, il premier si attende 65 miliardi di euro di risparmio, entro il 2014. Rajoy ha assicurato che in questo modo la Spagna si libererà del peso del deficit e del debito pubblico e rispetterà l’impegno con l’Europa.

Migliaia di persone sono scese in piazza per protestare contro la linea di austerità del governo. Guidano la rivolta i minatori delle Asturie che da oltre un mese sono in sciopero per i tagli ai sussidi per le miniere di carbone. Mercoledì mattina, dopo una marcia di 400 chilometri hanno raggiunto le piazze della capitale.

Davanti al ministero dell’Industria la tensione si è fatta molto forte, soprattutto dopo l’arrivo della Polizia. I manifestanti hanno infatti lanciato bottiglie e banane contro gli agenti, i quali hanno risposto con proiettili di gomma seguiti dalle cariche. Almeno 23 persone sono rimaste ferite. Altri momenti di tensione anche all’esterno dello stadio del Real Madrid. Cinque persone sono state arrestate.

 

da Frontiere News.it

Condividi

Sostieni il Partito con una


Controlacrisi.org

Ansa politica