Care compagne e cari compagni,

la campagna elettorale non ha rallentato i percorsi di destrutturazione del Paese e di attacco alla democrazia e alla Costituzione.

L’iter del progetto del Governo Meloni sul Premierato e del DDL Calderoli sull’Autonomia Differenziata sono in discussione al Senato e alla Camera.

Il secondo potrebbe essere votato già prima della scadenza elettorale; né ci rassicurano le voci che ne farebbero slittare il voto ad una data successiva, per meri calcoli e divergenze all’interno delle forze di maggioranza.

Il movimento contro la deriva autoritaria non si ferma, anzi è necessario che il tema entri nella campagna elettorale a tutti i livelli.

Il partito e i nostri candidati e candidate sono la voce di chi ha un’idea diversa di Europa, di Paese, di comunità.

Nei prossimi giorni sono in programma iniziative organizzate da vari soggetti politici e sindacali, fra le quali la manifestazione de “La Via Maestra” sabato 25 maggio a Napoli e quella del Primo Giugno dell’USB e altre realtà di base a Roma.

Il tema dell’autonomia differenziata è centrale all’interno delle piattaforme di entrambe.

Rifondazione Comunista vi aderisce, al fianco e all’interno dei Comitati e del Tavolo Nazionale No A.D.

Per questo è necessaria la massima partecipazione e visibilità, con nostro materiale, bandiere e striscioni, concentrandoci nello spezzone dei comitati.

Per il 25 giugno, facciamo appello ai compagni e compagne ad essere presenti, prendendo contatti con le realtà territoriali della CGIL che stanno organizzando pullman, con i comitati locali o autonomamente soprattutto dalle federazioni meridionali. Il concentramento è alle 13.30 fronte stazione centrale, piazza Mancini; la partenza del corteo è alle 14.30 per concludersi alle 17.30 in piazza Dante.

In allegato trovate l’appello de La Via Maestra e un volantino del partito e di PTD che può essere utilizzato in campagna elettorale, sui social e nelle diverse iniziative: Per un’Europa di pace, un’Italia unita, solidale, indivisibile.

In occasione del voto alla Camera sull’autonomia differenziata, stiamo organizzando, insieme con il Tavolo Nazionale No A.D., una “veglia” laica per la Repubblica, la cui cronologia dipenderà dal calendario parlamentare e le cui modalità sono in via di definizione.

Buon lavoro a tutte e tutti, restiamo umani.

Tonia Guerra
Segreteria nazionale, responsabile campagna NO Autonomia Differenziata Prc-Se

Tonia Guerra*

Come annunciato, il disegno di Legge Calderoli sull’Autonomia differenziata andrà in discussione alla Camera la prossima settimana. La Commissione Affari Costituzionali ha deciso che si arriverà al voto finale sugli emendamenti (oltre 2000) entro sabato 27 aprile, con tempi contingentati per consentire l’avvio dell’iter in Aula lunedì 29 aprile. Lo smantellamento della Repubblica avviene, con restringimento dei tempi e compressione della discussione, alle spalle di un Paese per lo più inconsapevole delle conseguenze sociali devastanti che ricadranno sulle fasce e sui territori più deboli. Sappiamo dei vistosi mugugni all’interno della maggioranza di governo, soprattutto da parte del partito di Meloni, che avevano portato alla richiesta di uno slittamento dei tempi; ma la Lega ha necessità di portare a casa un primo risultato entro le prossime europee: il futuro della Repubblica è sottoposto allo scalpitio di capetti regionali e interessi di parte. Nella giornata del 29 aprile si svolgeranno, in contemporanea, numerose manifestazioni in varie città oltre Roma (Napoli, Potenza, Bari, Catania, Trapani, Trieste, Torino, Pavia, Bologna …), organizzate dai comitati e dai tavoli territoriali “No A.D.”, di cui Rifondazione Comunista è parte attiva dall’inizio di questa lotta. È necessario il massimo impegno per mantenere e intensificare l’allarme rispetto alla tenuta dello stato sociale e dei diritti costituzionalmente garantiti, già oggi colpiti dalle politiche antipopolari e belliciste. Rifondazione Comunista sarà nelle piazze lunedì 29, ancora a fianco di coloro che da anni si oppongono allo smembramento dei del Paese.

*Resp. Prc-S.E. No ad ogni tipo di autonomia differenziata

Care compagne e cari compagni,

come annunciato, il disegno di Legge Calderoli sull’Autonomia differenziata andrà in discussione alla Camera la prossima settimana.

La Commissione Affari Costituzionali ha deciso che si arriverà al voto finale sugli emendamenti (oltre 2000) entro sabato 27 aprile, con tempi contingentati per consentire l’avvio dell’iter in Aula lunedì 29 aprile.

Lo smantellamento della Repubblica avviene, con restringimento dei tempi e compressione della discussione, alle spalle di un Paese per lo più inconsapevole delle conseguenze sociali devastanti che ricadranno sulle fasce e sui territori più deboli.

Sappiamo dei vistosi mugugni all’interno della maggioranza di governo, soprattutto da parte del partito di Meloni, che avevano portato alla richiesta di uno slittamento dei tempi; ma la Lega ha necessità di portare a casa un primo risultato entro le prossime europee: il futuro della Repubblica è sottoposto allo scalpitio di capetti regionali e interessi di parte.

Nella giornata del 29 aprile si svolgeranno, in contemporanea, numerose manifestazioni in varie città oltre Roma (Napoli, Potenza, Bari, Catania, Trapani, Trieste, Torino, Pavia, Bologna …), organizzate dai comitati e dai tavoli territoriali “No A.D.”, di cui il nostro partito è parte fondante.

È necessario il massimo impegno, come dimostrato generosamente finora, per mantenere e intensificare l’allarme rispetto alla tenuta dello stato sociale e dei diritti costituzionalmente garantiti, già oggi colpiti dalle politiche antipopolari e belliciste.

In allegato trovate una locandina da poter adattare alle realtà territoriali per organizzare momenti di protesta con tutti i soggetti che condividono da tempo questa lotta o che vi si sono aggregati, se pur tardivamente.

Ogni comitato, o autonomamente in caso di assenza di comitati attivi, utilizza le modalità decise a livello locale: presidi, speakeraggi, flash mob, volantinaggi.

Di seguito trovate alcuni contributi utili e le indicazioni delle altre iniziative in corso, oltre alla mobilitazione del 29 aprile.

L’importante è non mancare questa occasione, la cui riuscita renderà più facili e credibili tutte le iniziative che saranno intraprese qualora, sciaguratamente e purtroppo prevedibilmente, questo disegno dovesse passare il vaglio parlamentare.

Tonia Guerra
Segreteria nazionale, Responsabile nazionale Campagna NO A.D. Prc-Se

La prossima settimana riparte il Mailbombing - 23, 24 e 29 aprile

- qui il link all’elenco degli indirizzi mail di Deputate e Deputati
- qui il link alla pagina FB dove trovate il testo più articolato
- qui il link alla registrazione della presentazione del libro del professore Francesco Pallante "Spezzare l'Italia. Le Regioni come minaccia all'Unità del Paese" (canale Youtube)

29aprile ad

Rifondazione Comunista sarà a Napoli domani 16 marzo, insieme ai Comitati, al Tavolo Nazionale “No Autonomia Differenziata” e a tutti i soggetti che lottano per l’unità del Paese e l’uguaglianza dei diritti.
Dobbiamo fermare questo progetto scellerato, che aumenta in modo irrevocabile le diseguaglianze sociali
già oggi insostenibili, colpisce duramente il Sud e non porta certo vantaggi alla classe lavoratrice del Nord.
A Napoli sabato si unisce il Paese che questo governo vuole diviso e incattivito, la voce energica e gioiosa di un’altra idea di società, in cui nessuno/a resti indietro.
Meloni e Tajani sventolano il tricolore ma stanno per fare a pezzi l'Italia per mantenere le poltrone. L'autonomia differenziata è un cinico scambio con la Lega che pagheranno le regioni del meridione e le classi popolari di tutto il paese.

Maurizio Acerbo, segretario nazionale e Tonia Guerra, responsabile campagna no a.d. del Partito della Rifondazione Comunista

Care compagne e cari compagni,

l’organizzazione della manifestazione del 16 marzo 2024 a Napoli contro l’autonomia differenziata è in fase conclusiva.

Ecco gli aggiornamenti:

- l punto d’incontro è piazza Garibaldi, per il PRC il riferimento è nei pressi di Una Hotel, prima del rettifilo.

- Alle ore 14.30 è prevista la partenza del corteo, con un intervento di Marisa Laurito.

- Lo striscione di apertura è dei promotori, i Comitati contro ogni autonomia differenziata e il Tavolo Nazionale NO A.D.; seguiranno i comitati territoriali, le associazioni, i sindacati, i partiti.

- Nel corso del corteo si avvicenderanno interventi spontanei.

- La conclusione sarà affidata ai promotori e a momenti musicali/teatrali.

- Per raggiungere Napoli si stanno organizzando pullman (da Bari, da Catania, da Roma…), in altri casi si sta provvedendo con treni e mezzi propri.

- Invitiamo tutt@ le/i compagn@, per dare visibilità alla nostra presenza, ad essere in piazza con i nostri striscioni, simboli e bandiere del partito.

- I compagni e le compagne che hanno bisogno di pernottare a Napoli possono essere ospitati dai napoletani (rivolgersi alla compagna Elena Coccia - 3387706757).

È superfluo ribadire la necessità di essere presenti, da Nord a Sud: la riuscita della manifestazione consentirà di proseguire con forza e credibilità una lotta che attraversa tutte le altre.

Ci vediamo a Napoli!

Tonia Guerra
Segreteria nazionale, Responsabile nazionale Campagna NO A.D. Prc-Se

Ezio Locatelli
Segreteria nazionale, Responsabile Organizzazione Prc-Se

Cerca

Telegram Rifondazione

telegram-appprc190

Skill Alexa

Sostieni il Partito


 

COME SOTTOSCRIVERE

  • tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.
  • attivando un RID online o utilizzando questo modulo
  • con carta di credito sul circuito sicuro PayPal (bottone DONAZIONE PayPal sopra)

Ricordiamo che le sottoscrizioni eseguite con la causale erogazione liberale a favore di partito politico potranno essere detratte con la dichiarazione dei redditi del prossimo anno