Care e cari,

nella legge di bilancio predisposta dal Governo Draghi, che fra qualche giorno arriverà all'esame del Parlamento, è previsto come collegato anche il DDL concorrenza che, in particolare all'art 6, sferra un attacco definitivo ai servizi pubblici locali, acqua compresa, e quindi un attacco mortale alla stessa autonomia dei Comuni.

Riteniamo, pertanto, fondamentale ed urgente una battaglia almeno per lo stralcio dell'art. 6 dal Disegno di legge sulla concorrenza. Tra le iniziative da portare avanti proponiamo la presentazione di Ordini del Giorno in tutti i Consigli Comunali.

Alleghiamo, quindi a questa circolare l'ordine del giorno preparato da ATTAC molto chiaro, breve e netto ed anche l'ODG preparato dal coordinamento della Rete delle Città in Comune, più analitico e da utilizzare, in ogni caso, come fonte di documentazione giuridico/amministrativa.

Vi chiediamo, pertanto, di lavorare all'immediata presentazione dell'ODG di Attac nei comuni e di monitorare la presentazione e l'eventuale approvazione dandoci immediatamente notizia, scrivendo alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonando al numero 3346603135.

È bene organizzare conferenze stampa sul tema. Nei comuni dove non abbiamo consiglieri occorre rivolgersi pubblicamente ai consigli chiedendo che assumano l'iniziativa.

Affettuosi saluti comunisti

Maurizio Acerbo, segretario nazionale PRC-SE
Elena Mazzoni, responsabile Ambiente PRC-SE
Raffaele Tecce, responsabile Enti Locali PRC-SE

Condividi

Sostieni il Partito


 

COME SOTTOSCRIVERE

  • tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.
  • con cellulare tramite l'app Rifondazione (scaricabile da Google Play o da App Store pagina "sostieni")
  • attivando un RID online o utilizzando questo modulo
  • con carta di credito sul circuito sicuro PayPal (bottone DONAZIONE PayPal sopra)

Ricordiamo che le sottoscrizioni eseguite con la causale erogazione liberale a favore di partito politico potranno essere detratte con la dichiarazione dei redditi del prossimo anno