Carissim@ Compagn@

Abbiamo iniziato a conoscere il nemico invisibile, con le prime immagini dalla Cina, pensando che quel paese quel virus era troppo lontano da noi, ma quando un mese fa sono iniziati i primissimi contagi la narrazione è cambiata,
nel nostro paese come in tutto il mondo, nelle nostre vite.
Sono passate prime settimane di una quarantena che vede un protrarsi, le notizie di cronaca affollano le nostre menti con titoli di apertura dei telegiornali e giornali e le successive immagini.
In questo caos di emozioni contrastanti un punto rimane fisso, forse, anche un rifugio “l'agire politico”, quella voglia di continuare a lottare con ogni mezzo pur restando a casa, e da quel domandarsi collettivamente come rendersi politicamente e socialmente utili e ci siamo detti "Noi non ci fermiamo!"
Perché quel domandarsi “come rendersi utili politicamente e socialmente” ci rimanda ad una maggiore consapevolezza: di come questa pandemia ha generato una forte crisi nel sistema capitalistico, ed in questa rottura del sistema bisogna creare le base per uscirne in maniera nuova, passo dopo passo, in questa emergenza da comunità politica, attraverso la solidarietà, gettiamo le basi per fare comunità, partendo dai bisogni della persona.
In questi giorni elaborato dei manuali di autorganizzazione collettiva, da distribuire alla rete di contatti a partire dai nostri sportelli .
Manuali di autorganizzazione collettiva dal contenuto informativo mirato, perchè non tutta la popolazione gode dello stesso accesso all’informazione e soprattutto che non tutti hanno lo stesso accesso all’acquisto di mascherine e/o ed altri presidi di protezione.

MANUALE DI AUTOPRODUZIONE DI MASCHERINE:

In tale momento critico in cui i DPI (Dispositivi di Protezione Individuali) non sono disponibili in primis per tutti gli operatori sanitari che esplicano le proprie funzioni in diretto contatti con casi o probabili casi di covid 19, esse non sono disponibili nemmeno per quelle\i lavoratrici\ori che in questo momento continuano a tenere viva la produzione non solo delle aziende indispensabili e per la popolazione come Sol..e.d.a.d RETE DI MUTUALISMO SOLIDALE abbiamo lavorato in collaborazione coi Medici ISDE ad un manuale per l’autoproduzione di una mascherina, nel manuale parte da un excursus su informazioni e delucidazioni legate al covid 19 e al nuovo sars cov-2 fino ad arrivare alla sua strutturazione. Il prodotto non è un DPI ne di un DM, come molti in circolazione, quindi va indossato con tale consapevolezza , ma è uno strumento accessibile a tutti e tutte. Il manualetto è stato tradotto in lingua…. da essere dispensato attraverso i nostri sportelli attivi sui territori per renderli di accessibile accesso a quei tanti che risultano essere gli ultimi e gli abbandonati anche a livello comunicativo e che stanno quotidianamente perdendo i punti di riferimento.

MANUALE DI PREVENZIONE E IGIENE

Il manuale, è stato elaborato col supporto di esperti sanitari, ha l’obiettivo di voler rispondere a quei dubbi, alle perplessità legate a una corretta igiene per se stessi e per gli altri dell’utilizzo dei disinfettanti e delle pratiche per mantenere la propria cute e gli ambienti privi di microrganismi dannosi al nostro organismo legate al mutamento dei comportamenti e dello stile di vite quotidiano di cui per noi è diventato un azione meccanica fatta senza pensarci.

Questi “Manualetti” risultano essere l’apporto pratico teorico di cui abbiamo deciso di dotarci per conoscere e fronteggiare con consapevolezza sociale questo nemico invisibile.

COSTRUIRE SOLIDARIETA’ ATTIVA AI TEMPI DEL COVID 19: In questi giorni in molt@ ci siamo chiesti da dove partire come organizzarci, e diversi compagni hanno già attivato nei propri territori percorsi di solidarietà contribuendo, costruendo o aderendo a reti contro l'isolamento sociale.

Noi pensiamo che sul fronte delle pratiche sociali: dalla spesa sociale alla distribuzione di farmaci etc etc, la direzione del come e cosa fare sta ai/alle compagni@ territorio per territorio, evitando ogni forma di approssimazione ed improvvisazione, e costruendo rete: con uffici predisposti dal proprio Comune, con associazioni riconosciute per competenza in caso di emergenze, di carattere nazionale (Croce Rossa, Emergency ) e territoriale, con esperienza nel campo dell'emergenza e che rispettano i canoni di sicurezza per tutt@, si perché abbiamo l’esigenza di non essere veicolo del virus e di preservare l’integrità della salute dei compagni e delle compagne che prestano la loro azione di militanza,

SPORTELLI VIRTUALI: Riattivare ed organizzare i nosti sportelli sociali, nelle realtà dove sul fronte del partito sociale abbiamo sportelli a causa del Covid19 abbiamo dovuto interrompere le nostre attività, ma attraverso forme "virtuali" possiamo riprenderle e la dove possibile dotarci di nuovi avamposti, utili per dare risposte nella emergenza e per il dopo, per costruire inchiesta, consulenze e fare sorveglianza democratica. Sportelli tematici virtuali, di consulenza a lavoratrici/ori , sportelli di consulenza legale di assistenza a migranti, sportelli ai consumatori sportelli per il sostegno psicologico, tenendo conto della peculiarità di ogni territorio e delle disponibilità.

UN FORTE ABBRACCIO A TUTT@

Rosa Rinaldi – Segreteria nazionale - Responsabile Organizzazione PRC-SE
Loredana Marino - Responsabile nazionale Partito Sociale PRC-SE
Nicola Comanzo - Esecutivo nazionale Giovani Comunisti PRC-SE

Sorgenti :

Link GOOGLE DRIVE

Link FLIPSNACK

da consultare su WEB alcune testimonianze già in corso dai territori:

In allegato da poter consultare e scaricare

- alcune testimonianze già in corso dai territori

pdf Manuali

Facsimile  a cura di Ya Basta
Mascherina coronavirus
Guida manuale igiene
Come produrre una mascherina
Manuale igiene e prevenzione

Condividi

Cerca

FB Rosa Rinaldi

 

fabrosa