democracy-300x190I dati relativi alla destinazione volontaria del "2X1000" dell’imposta del reddito delle persone fisiche per quest’anno (relativo quindi ai redditi percepiti nel 2015) in favore del nostro Partito, hanno confermato la scelta del PRC-SE da parte di oltre 43000 cittadine/i.
E’ un dato particolarmente significativo se rapportato al dato generale che segnerebbe (i dati complessivi non sono ancora disponibili) un forte calo dell’indicazione da parte dei contribuenti.
Rifondazione Comunista conferma invece il proprio dato, un numero significativo di indicazioni che certo può e deve essere incrementato, che testimonia concretamente l’apprezzamento ed il sostegno al lavoro politico svolto, alle lotte ed iniziative portate avanti ed è il frutto del lavoro militante di un Partito, delle sue iscritte ed iscritti, che mantiene una forza organizzata ed una presenza diffusa indispensabili per la costruzione di una alternativa di società.
Le scelte effettuate ad oggi, con l’indicazione di "L19" nella dichiarazione dei redditi, determineranno una erogazione in favore del PRC-SE di 424.960 € con un incremento del 25% circa, rispetto allo scorso anno; questa cifra andrà implementata, entro il 31/12, con quanto deriverà dalle indicazioni dei presentatori del modello “unico” (lo scorso anno sono stati 3.426 ad indicare L19 e quindi PRC-SE per oltre 20.000 €) e non dovrebbe essere sottoposta a tagli e riproporzionamenti, come invece avvenuto nel 2015, vista la capienza disponibile del fondo generale previsto per il 2016.
Al dato politico di un significativo sostegno confermato al PRC-SE, dato non scontato in un contesto di così forte distacco dalle forme organizzate di impegno politico,si somma un significativo contributo al nostro bilancio e dunque alla nostra iniziativa.
Come utilizzeremo questi fondi?
Daremo corso agli impegni assunti ed al piano di risanamento che, basandosi sulle azioni di autofinanziamento programmate dalla Direzione Nazionale e messe in atto dal 2014, ci ha consentito di mantenere e rilanciare la nostra azione politica e di conservare il radicamento e la presenza territoriale.
Proseguiremo quindi mantenendo innanzitutto l’impegno che abbiamo assunto della distribuzione di risorse ai territori,tenendo conto delle indicazioni avvenute a livello regionale(lo scorso anno sono stati devoluti dal bilancio nazionale ai territori oltre 230.000 €). In secondo luogo proseguendo nel ripiano dei debiti ereditati sia a livello nazionale che locale. In terzo luogo investendo in iniziativa politica a partire dalle prossime scadenze (referendum, intervento e campagne sociali, solidarietà ed intervento diretto su terremoto, rilancio Rifondazione/congresso e costruzione sinistra antiliberista).
Come abbiamo detto più volte, questa forma di finanziamento pubblico è per noi utile e dobbiamo operare per aumentare le indicazioni in favore del nostro Partito.
Non possiamo però fare affidamento per la vita del nostro Partito sul finanziamento pubblico ma dobbiamo puntare all’autofinanziamento: dobbiamo contare sulle nostre forze.
Per questo è indispensabile il completamento del piano di autofinanziamento del nostro Partito: occorre procedere con maggiore rapidità e concretezza alla valorizzazione ed al completo autofinanziamento della nostra presenza laddove vi sono sedi di proprietà (pagamento tasse, imposte e spese relative che devono essere a carico di chi utilizza l’immobile), procedere nella sottoscrizione dei “rid” raggiungendo gli obiettivi fissati, completare e rilanciare il Tesseramento (a maggior ragione in vista del prossimo Congresso nazionale).
Questi sono i passi possibili e necessari non solo per consentirci di risolvere la grave situazione debitoria ereditata sia a livello nazionale che locale ma anche per rilanciare il nostro progetto politico dando piena autonomia e garantendo operatività organizzativa al nostro Partito .
Sottolineiamo inoltre che il dato positivo relativo al “2 X 1000" ci segnala una grande opportunità:è possibile e necessario incrementare le indicazioni “L19" in favore del PRC-SE già da ora, entro il 30 settembre 2016, per chi presenta con modello “unico” la dichiarazione dei redditi e per le scadenze future sviluppando una campagna informativa e di adesione che ha bisogno dello sforzo e dell’impegno di tutte/i noi,compagne e compagni!

Paolo Ferrero, Segretario PRC-SE
Marco Gelmini, Tesoriere nazionale PRC-SE

COME DESTINARE IL 2 X MILLE DELL’IRPEF AL PRC –SE Ogni contribuente può destinare, senza oneri aggiuntivi, il 2 per mille della propria Irpef a favore dei Partiti iscritti ad apposito Albo. In caso non venga data nessuna indicazione il 2 per mille resterà all’erario. Non solo chi presenterà la dichiarazione dei redditi (modello 730 o il modello Unico delle persone fisiche), ma anche chi, seppur titolare di reddito, è esonerato dall’obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi può disporre che il 2 per mille venga destinato al Prc-Se.

COME PROCEDERE La scelta del 2 per mille può essere effettuata esclusivamente mediante l’utilizzo di presentazione di apposita scheda (Allegato 1). La scheda, che è unica sia per l’8 che per il 5 e il 2 per mille, può anche essere scaricata dal sito dell’Agenzia delle Entrate oppure recuperata presso i CAF. Nel riquadro della scheda per la destinazione del 2 per mille al Partito della Rifondazione Comunista–Sinistra Europea va inserito il Codice “L 19” e apposta la firma. Chi presenta la dichiarazione congiunta deve inserire due schede distinte in due buste chiuse. La scheda può essere consegnata in busta chiusa presso l’ufficio postale anche da parte di chi non è obbligato alla presentazione della dichiarazione dei redditi.

COME E DOVE CONSEGNARE LA SCHEDA RELATIVA ALLA DESTINAZIONE DEL 2 PER MILLE La scheda può essere trasmessa telematicamente o consegnata in formato cartaceo con le seguenti modalità: o con il canale telematico diretto da parte del contribuente, mediante l’utilizzo dei servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate a cui si accede tramite codice “pin”; o consegnando la scheda ai CAF in una busta chiusa; o consegnando agli uffici postali la scheda stessa, chiusa in busta (Allegato 2) dove dovrà essere apposta la dicitura: “Scelta per la destinazione volontaria del 2 per mille dell’Irpef”, il codice fiscale, il cognome e il nome del contribuente.

CON QUALSIASI MODALITA’ DI CONSEGNA DELLA SCHEDA, LA PRIVACY INERENTE LA SCELTA, A CUI SI E’ DECISO DI DESTINARE IL 2 PER MILLE, E’ GARANTITA.

Allegato 1 - Scheda A

 

730_2permille

 

Allegato 2 - Facsimile busta 2 per mille

facsimile_busta

Stampa biglietti

biglietto2xmille2

Volantino 2 x 1000

volantino2x1000

 

l19_locandina1

 

pagina11

 

pagina2

 

Alle/ai Componenti la Direzione nazionale
Alle/ai Componenti il CPN e CNG
Alle/ai Segretarie/i e Tesoriere/i Regionali e di Federazione

Care compagne e cari compagni, come già anticipato, il nostro Partito è stato ammesso anche quest’anno ai benefici previsti dalla legge 13/2014.
In occasione della prossima presentazione della dichiarazione dei redditi sarà possibile:

 - usufruire delle detrazioni fiscali per le "erogazioni liberali" (per importi superiori ai 30 euro complessivi) effettuate nel 2015 in favore del nostro partito;

 - destinare il "2 per mille" in favore del PRC-SE utilizzando il codice L 19 (come lo scorso anno) nella compilazione del 730, Unico, etc (si può destinare il "2 per mille" in favore del PRC-SE anche se esonerati dall'obbligo di presentazione della denuncia dei redditi consegnando apposita scheda).

Nei prossimi giorni verrà predisposto il materiale necessario per sostenere la campagna in favore della sottoscrizione del "2 per mille" in favore del PRC-SE e sul sito nazionale www.rifondazione.it trovate e potete consultare le norme generali, la documentazione e le informazioni in materia.

Da subito è bene far circolare le informazioni relative al codice L 19 a noi assegnato per il "2 per mille" ed attivarsi per migliorare il risultato ottenuto scorso anno,aumentare le indicazioni in favore del PRC-SE, facendo di questa campagna una occasione per sostenere concretamente le nostra idee, le nostre proposte, le nostre iniziative di lotta sia a livello nazionale che nei territori.

Buon lavoro a tutte/i!
Il Tesoriere nazionale PRC-SE

Marco Gelmini

Ps:colgo l’occasione per informare che accedendo al sito nazionale,cliccando su "tesoriere", sono disponibili i modelli per predisporre i bilanci regionali e di Federazione

Pubblichiamo di seguito i dati riguardanti le ripartizione territoriale,per ogni singola Regione, delle scelte espresse nel 2015 (riferite ai redditi 2014) sulla destinazione della quota del "2permille" in favore del nostro Partito e, per una valutazione complessiva,la Tabella generale del Ministero delle Finanze sulla ripartizione del gettito derivante dal "2permille" dell’IRPEF-redditi 2014 da cui si evince che il PRC-SE è il sesto Partito in ordine di indicazioni, il primo tra quelli non rappresentati nel Parlamento nazionale.

A questi dati, per poter sviluppare un ragionamento ed un bilancio del lavoro svolto e per mettere in atto le iniziative più opportune per raggiungere un miglior risultato nel futuro, abbiamo affiancato i dati relativi a:

  • tessere PRC-SE distribuite nel 2015, percentuale delle scelte su tesserati e differenza tra scelte effettuate e numero tesserati in valore assoluto;
  • numero contribuenti per Regione e percentuale delle scelte sul totale dei contribuenti della Regione stessa.

Questi dati ci portano anzitutto a rinnovare il ringraziamento a tutte/i le/i compagne/i per il lavoro svolto nel 2015 ma ci devono servire anche per valutare e mettere in atto tutte le azioni possibili ed utili a migliorare, in occasione della prossima presentazione della dichiarazione dei redditi, la raccolta di scelte in favore del PRC-SE che, anche quest’anno, è ammesso ai benefici della legge 13/2014 e cioè sia alle detrazioni fiscali per le “erogazioni liberali” (per importi superiori a 30 euro) effettuate in favore del nostro Partito, sia all’accesso al "2permille". Le norme generali sono confermate e le potete consultare sul sito nazionale www.rifondazione.it.

Il codice per sottoscrivere il "2permille"in favore del PRC-SE non è ancora stato assegnato, molto probabilmente sarà diverso da quello (era L19) dello scorso anno; non appena ci verrà comunicato (probabilmente nei primi giorni di marzo) ve lo trasmetteremo ricapitolando le norme essenziali generali. Dai dati riportati nella tabella emerge che vi è un grande margine per migliorare il numero delle scelte in favore del PRC-SE, sviluppando una capillare campagna di informazione che non si limiti ai nostri iscritti (dai quali occorre comunque partire) ma coinvolga tutti coloro con i quali veniamo a contatto svolgendo la nostra iniziativa politica quotidiana, attivando le nostre relazioni, valorizzando il lavoro politico e le relazioni sociali che sviluppiamo e le iniziative che si svolgono spesso anche nelle nostre sedi (sportelli sociali ecc.), rivolgendosi direttamente ai cittadini, a partire dai luoghi di lavoro, chiedendo l’indicazione in favore del PRC-SE del "2permille". Il "2permille" è rimasta l’unica forma di finanziamento pubblico dell’iniziativa politica e, per come si articola attraverso la volontaria ma esplicita scelta da parte dei contribuenti, è sostenibile e da utilizzare contro la volontà esplicita delle forze di governo di ridurre l’impegno e l’iniziativa politica (dopo le leggi che limitano e riducono le forme di rappresentanza), per sostenere in modo concreto le nostre idee, le nostre lotte, le nostre proposte. Per il nostro Partito, impegnato in un enorme sforzo di autofinanziamento (tesseramento, ”Rid”, valorizzazione del patrimonio immobiliare ecc.) diventa decisivo il lavoro per ottenere risultati positivi, che migliorino il dato dello scorso anno. Questo è l’obiettivo che ci poniamo e su cui chiediamo il massimo impegno a tutte/i le/i compagne/i. Nei prossimi giorni produrremo materiale utile a questo lavoro a cui chiamiamo tutto il Partito e chiediamo di farci avere proposte,diffondere iniziative e buone pratiche realizzate, utili a migliorare l’azione di tutti noi.

Marco Gelmini - Tesoriere nazionale PRC-SE

Contribuenti 2x1000_1 Dipartimento delle Finanze

bandiere controSono stati comunicati in questi giorni i dati relativi alla destinazione volontaria del due per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche – per l’anno 2015 – in favore dei partiti.
Come è noto, in un primo tempo, il PRC-SE non era stato ammesso all’albo dei partiti e quindi era stato escluso dal “2xmille”nel 2014.
Non ci siamo rassegnati a questa esclusione e abbiamo fatto tutti i passi, le controdeduzioni e le proteste al fine di ottenere il riconoscimento del nostro partito. L’abbiamo avuta vinta e questo ci ha permesso – quest’anno e per gli anni a venire – di essere nella lista dei partiti che hanno diritto ad essere beneficiari del 2 per mille.
Il risultato è che 43.183 cittadine/i hanno deciso di sostenere il nostro Partito, le lotte,le iniziative,le proposte che avanziamo. Si tratta di un risultato politico importante che dice una cosa molto semplice: nonostante l’oscuramento mediatico e la non presenza in parlamento noi ci siamo e siamo presenti sul territorio. La struttura del partito regge ed è in grado di produrre iniziativa politica al di la del disfattismo che cerca di dipingere Rifondazione Comunista come una cane morto.
Anzitutto vogliamo esprimere un ringraziamento ai compagni e alle compagne che si sono impegnate a fare azione di propaganda e quindi e tutte e tutti coloro che hanno destinato il 2xmille in favore del PRC.
Il risultato è positivo, frutto di un lavoro militante diffuso sul territorio, colloca il PRC-SE tra i primi 5/6 partiti a livello nazionale (primo tra i partiti non presenti nel parlamento italiano) nel sostegno diretto espresso dalle/dai cittadini in occasione della dichiarazione dei redditi.
I fondi che verranno erogati,circa 374.000 euro, contribuiranno a proseguire la nostra iniziativa politica che è interamente sostenuta dalle iniziative di autofinanziamento già in atto,che vanno rafforzate.
Nessuno pensi infatti che questo denaro risolva i problemi finanziari del partito o copra i debiti che abbiamo. Questo risultato ci permette di proseguire il nostro lavoro politico e la campagna di autofinanziamento con una maggiore certezza che ce la faremo e che non riusciranno a strangolarci.
Un partito comunista non può essere dipendente dal finanziamento pubblico: la nostra autonomia politica si nutre della nostra capacità di autofinanziamento e questa deve proseguire con maggiore vigore, a partire dal positivo risultato che abbiamo ottenuto con la fiducia di 43.183 cittadini.
Con rinnovata determinazione proseguiamo quindi nella costruzione del nostro progetto politico: rilanciare Rifondazione Comunista e costruire un soggetto unitario della sinistra antiliberista.

Paolo Ferrero Segretario PRC-SE
Marco Gelmini Tesoriere PRC-SE

Contatti Tesoreria

Tesoriere Nazionale
(legale rappresentante)
Marco GELMINI
 
Altri contatti:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Fax:
+39 06 44239231

Cerca

Rendiconti

Sostieni il Partito con una