Tratto da Pubblico del 13 settembre

A 30 chilometri da Sigonella, nella Sicilia sud orientale, nell’entroterra del golfo di Gela, si nasconde una base militare meno nota, ma oggetto di una nuova campagna ambientalista e pacifista. Si trova a Niscemi, comune di 27mila anime della provincia di Caltanisetta. Qui, nel 1991, gli americani installano un centro militare di terra e piantano 41 antenne con lo scopo di monitorare gli spostamenti delle forze belliche dell’area euromediterranea. Il tutto a 2 chilometri e mezzo dal centro abitato e nel cuore della riserva naturale della Sughereta, 3000 ettari di querce da sughero e macchia mediterranea.

Leggi tutto...


Un intreccio impressionante tra affari economici e politici: è quanto si evince dal documentato dossier sul pirogassificatore in Valle d’Aosta elaborato dai Gc della Valle d’Aosta. Il documento è stato presentato il 26 agosto durante un’affollata assemblea alla quale hanno partecipato Rosa Rinaldi, resp. Nazionale Ambiente di Rifondazione comunista, Francesco Lucat segretario della federazione valdostana del Prc e i rappresentanti dei giovani comunisti. Numerose le testate giornalistiche presenti all’assemblea. Diversi gli interrogativi che scaturiscono dalla lettura del dossier. Non si capisce perché la regione voglia produrre energia da rifiuti, quando è ricchissima di centrali idroelettriche. Non è chiaro con cosa sarà alimentato il pirogassificatore. La raccolta differenziata è inoltre stranamente molto al di sotto di quanto previsto dalla legge.

Da parte di Rifondazione è stata confermata una ferma opposizione a queste politiche che favoriscono i soliti gruppi di interesse a scapito della collettività. Il Prc ha quindi ribadito la volontà di battersi per una seria raccolta differenziata, proponendo il porta a porta in una Regione che ha tutte le caratteristiche perché la materia possa essere raccolta, riciclata, rigenerata. Siamo per il recupero della materia e non per bruciarla.

clicca qui per consultare il DOSSIER

Il Codacons sta promuovendo un’azione collettiva per i danni da smog per i cittadini che risiedono nelle città italiane che hanno l’aria più inquinata.

clicca qui per saperne di più


tratto da www.asud.net

Dopo vent’anni dall’Earth Summit dal 1992, quaranta dal primo vertice di Stoccolma dell’Onu, dieci da quello di Johannesburg,  il prossimo giugno, a Rio de Janeiro, si riuniranno di nuovo al capezzale della Terra i rappresentanti dell’umanità: quelli ufficiali, o, per meglio dire, ciò che è rimasto dei governi delle nazioni e delle agenzie dell’Onu; quelli  che operano nell’ombra, ma che sono sempre più potenti, delle imprese multinazionali che con le loro decisioni determinano le modalità reali di prelievo e di utilizzazione delle risorse naturali; infine quelli rumorosi della moltitudine irrequieta formata dalle organizzazioni non governative, dalle associazioni ambientaliste, dai movimenti dell’agricoltura contadina, dalle popolazioni indigene e dagli “indignados” che daranno vita a vari contro-vertici e all’incontro dei popoli per la giustizia ambientale e sociale, in Italia, aggregati nella rete Rigas (www.reteambientalesociale.org).

Leggi tutto...

di E il mensile.it

Le forze armate degli Stati Uniti continuano ad implementare i loro armamenti di tecnologia avanzata, sottile all’occhio, ma devastante per l’ambiente. In provincia di Caltanissetta, a Niscemi, lì dove c’è una riserva naturale, verrà istallato uno dei quattro terminali terrestri del MUOS (Mobile User Objective System): un sistema ultra avanzato per le guerre del XXI secolo, nelle quali non si contemplano uomini, ma missili all’uranio impoverito, aerei con pilota automatico ed

Leggi tutto...