Vademecum per la campagna sul Pubblico

Care compagne e cari compagni,

come discusso nell’attivo nazionale dei segretari e delle segretarie abbiamo deciso di lanciare come partito una campagna per il Pubblico nella settimana che ha inizio con sabato 12 dicembre, come premessa a un intervento continuativo.
Riassumiamo brevemente le indicazioni per lo svolgimento della campagna desunte dalle positive esperienze precedenti e presentate nell’attivo nazionale-
Si ritiene opportuno, per la buona riuscita delle iniziative attenersi ai seguenti criteri:

1. La contemporaneità della mobilitazione su tutto il territorio nazionale, necessaria per massimizzare la percezione esterna e la gestione verso i media.
Per questo motivo ha grande importanza che L'avvio avvenga in tutte le città sabato 12 dicembre con presidi ben visibili con striscione , cartelli che riportino i principali punti della piattaforma e distribuzione di volantini dove ciò è possibile.

2. Un'attenzione particolare alla comunicazione. Al riguardo è importante che:
- si inviino comunicati a tutta la stampa locale anche utilizzando come traccia il comunicato stampa nazionale,
- si faccia il possibile per avere la presenza di televisioni locali, specie il tg3, importanti in sé e per rilanciare i video sui social,
- si facciano comunque foto e video con brevi interviste da inviare al compagno Galieni, responsabile comunicazione nazionale.

Nei giorni seguenti l’avvio, la campagna continuerà con:
- affissione di striscioni all'esterno di scuole, ospedali o comunque in luoghi simbolicamente significativi da identificare e documentare l'iniziativa con foto e video da inviare al nazionale e pubblicare sui social;
- distribuzione di volantini dove è possibile o farli circolare per contatti interni a scuole, ospedali, uffici pubblici ecc
- stampa dei volantini in formato locandina da affiggere all'esterno dei luoghi individuati o far arrivare alle bacheche interne
- le infografiche e i volantini vanno pubblicati sui social a partire da Sabato 12, avendo l'attenzione di farne uscire uno al giorno, partendo dalla prima serie di volantini “quella con le mani”, ciò, anche al fine di costruirne una sequenza, trovate anche una versione in bianco e nero; il banner inviato dovrebbe campeggiare sui nostri social per tutto il periodo di questa fase della campagna. Segnaliamo che già nei prossimi giorni vi invieremo una grafica contro l'autonomia differenziata.

Infine si propone di costruire dove è possibile con dirette facebook dei momenti di confronto, a partire dal documento e dalla nostra piattaforma, con interlocutori ed interlocutrici del mondo sindacale, pubblici dipendenti, rappresentanti di movimenti ecc.

Sciopero dei dipendenti pubblici di mercoledì 9 dicembre
Nel caso che, come pare fino a oggi, lo sciopero fosse confermato si invitano tutte le federazioni a essere presenti per interloquire con le lavoratrici e i lavoratori comunicando attraverso il volantino e possibilmente uno striscione e cartelli con i nostri contenuti.
Il giorno precedente riceverete il comunicato nazionale da utilizzare che, naturalmente, potrete modificare secondo le vostre esigenze e verso i media locali.

Antonello Patta
Resp. Lavoro PRC-SE

Rosa Rinaldi
Resp. Organizzazione PRC-SE

 luca 1

luca 2

 luca 3

 luca 4

 luca 5

 luca 8

 TAVECCHIO 4

 tavecchio 5 bis

 TAVECCHIO 6

 tavecchio 8

 VOLANTINO

Oggetto: attivo nazionale dei segretari regionali e di Federazione per il 2 dicembre alle ore 18.30 per l'avvio della campagna del Prc per il rilancio del Pubblico

Care compagne e cari compagni,

nell'ambito del rilancio dell’iniziativa del partito nella drammatica situazione di crisi attraversata dal nostro paese, abbiamo deciso di cogliere l’occasione dello sciopero dei pubblici dipendenti del 9 dicembre, indetto dai sindacati confederali della funzione pubblica per lanciare la nostra campagna per il rilancio del Pubblico. Con questa campagna intendiamo parlare ai numerosi cittadini cui sono apparsi chiari il fallimento del mercato e la necessità, per oggi e per il futuro, di un Pubblico forte e riqualificato; ma intendiamo in primo luogo coinvolgere le lavoratrici e i lavoratori che nel pubblico operano e vivono doppiamente come lavoratori/lavoratrici e come cittadin* le contraddizioni prodotte dall’offensiva neoliberista degli ultimi anni.
La campagna si dovrà svolgere con modalità che tengano conto di due criteri generali:
1. La contemporaneità su tutto il territorio nazionale che consente di massimizzare la percezione esterna e la gestione verso i media
2. Un'articolazione di strumenti che tenga conto delle delle restrizioni covid sul territorio nazionale e delle differenze di agibilità nei territori
Strumenti
- in primo luogo Striscioni che si sono rivelati uno strumento molto efficace da esporre possibilmente nella stessa giornata in tutta Italia; Andrebbero esposti all'esterno di scuole, ospedali o comunque in luoghi simbolicamente significativi da identificare.
- Volantini, locandine. Si volantinerà dove è ancora possibile; dove si hanno i canali (delegati, interni..) si fanno circolare all'interno; dove sarà possibile si attaccheranno le locandine ( esterno, bacheche ecc).
- Social network. Si tratta di utilizzare volantini, banner e infografiche (in preparazione) in modo da raggiungere il maggior numero di persone possibile;

Avvio della Campagna
Si è scelto di partire il giorno dello sciopero dei dipendenti della funzione pubblica per la possibilità di interloquire con le lavoratrici e i lavoratori coinvolti. Naturalmente si valuterà in base alle situazioni locali la scelta dei luoghi in cui rendere più visibile la nostra azione.

Per tutto quanto sin qui scritto e per l'avvio della Campagna nazionale sul lavoro pubblico, è indetto l'attivo nazionale dei segretari regionali e di Federazione per il 2 dicembre alle ore 18.30 per l'avvio della campagna del Prc-Se per il rilancio del Pubblico.

L'attivo si svolgerà in modalità on line, sarà nostra cura inviarvi tempestivamente il link per il collegamento.

Buon lavoro.

Rosa Rinaldi
Resp. Organizzazione PRC-SE

Maurizio Acerbo
Segretario naz.le PRC-SE

Antonello Patta
Resp. Lavoro PRC-SE

 

Alle/ai segretari/e regionali e provinciali Prc-Se
e per loro tramite alle/agli Amministratrici/tori dei loro territori

Alle/ai componenti del Comitato Politico Nazionale Prc-Se
Alle/agli Amministratrici/tori del PRC SE ed eletti in liste unitarie,
di sinistra, ambientaliste e civiche, cui partecipava il PRC-Se

Oggetto: Sahara occidentale: solidarietà al popolo saharawi. PROPOSTA INIZIATIVE NEI COMUNI

Care/i Compagne/i,

è a tutte/i voi noto dei gravissimi scontri a fuoco fra il Regno del Marocco ed il Fronte Polisario nelle ultime settimane. Il Marocco ha la responsabilità di aver così violato il cessate il fuoco firmato circa 30 anni fa nel quadro del Piano di Pace dell’ONU del 1991, con il quale si avviava la missione ONU per il Referendum di autodeterminazione nel Sahara Occidentale.

Il Partito della Rifondazione Comunista–Sinistra Europea ha condannato duramente la grave aggressione marocchina contro il Fronte Polisario http://www.rifondazione.it/primapagina/?p=44610 e nel chiedere la immediata cessazione di questa aggressione ha deciso di articolare una serie di iniziative in stretto rapporto con la Sinistra Europea.

Per questi motivi proponiamo a tutte/i le/i nostri Consiglieri comunali ed a quelle/i eletti in liste unitarie di sinistra, ambientaliste e civiche, cui partecipava il PRC–SE , di presentare risoluzioni o ordini del giorno di solidarietà al popolo saharawi e di condanna dell'aggressione del Regno del Marocco. Proponiamo anche ai Circoli ed alle Federazioni di chiedere alle/ai consiglieri dei Comuni dove non siamo presenti di assumere analoghe iniziative.

Per questo Vi alleghiamo la risoluzione presentata ieri al Comune di Firenze dal nostro compagno Dmitrij Palagi e dalla compagna consigliera Antonella Bundu come gruppo consiliare Sinistra Progetto Comune, risoluzione che noi Vi proponiamo di presentare in ogni Comune, eventualmente con le modifiche necessarie localmente, anche per allargare il consenso.

Collaboreremo in questa iniziativa anche con la Rete delle Città in Comune.

Vi segnaliamo che sulle pagine di La Repubblica da diversi giorni è in atto una polemica sul tema dell’ aggressione del Marocco.

Va inoltre ricordato che il vice presidente del Governo Spagnolo, Pablo Iglesias, Presidente di Podemos, ho ribadito proprio ieri “ il suo impegno a tenere, senza ulteriori indugi, un referendum libero, equo e di autodeterminazione del popolo del Sahara occidentale ... " condannando l’ aggressione del Governo marocchino e sollecitando l’ ONU alla immediata condanna della stessa.

Vi chiediamo, infine, di darci nei prossimi giorni informazioni sugli ODG e/o RISOLUZIONI presentate nei consigli comunali (e delle successive approvazioni) scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonando al 334-6603135.

Affettuosi saluti comunisti

MAURIZIO ACERBO, Segretario nazionale PRC–SE
MARCO CONSOLO, Responsabile AREA ESTERI E PACE PRC–SE
RAFFAELE TECCE, Responsabile ENTI LOCALI PRC-SE

Care compagne e compagni,
nella recente riunione sulle campagne di massa, conclusa dal segretario nazionale, abbiamo deciso che una delle campagne di massa urgente e prioritaria sia quella contro la "autonomia differenziata", che portiamo avanti da tempo insieme ai Comitati, i quali si stanno diffondendo nei territori . Al loro interno, come Partito, svolgiamo attività riconosciute dai Comitati tutti, per impegno e capacità propositive. E' anche un riconoscimento che ci deriva dal fatto che siamo stati gli unici oppositori, in Parlamento, nel 2001, del micidiale nuovo titolo quinto Costituzione, voluto dalla Lega e dal centrosinistra e, nel 2007, nella Bicamerale.

Vi alleghiamo uno schematico testo di volantino (in due versioni, una a colori ed una in bianco e nero) molto semplice in una materia complessa per i cittadini, che può, ovviamente, essere articolato per temi regione per regione. Nei limiti consentiti dalla pandemia, potremmo organizzare volantinaggi, conferenze stampa locali, presidi dinanzi a sedi regionali e prefetture.

E' auspicabile che le iniziative siano attuate insieme ai Comitati contro l'"autonomia differenziata" o da soli se essi non esistono sul territorio. Invieremo entro una settimana anche le lettere che il Comitato nazionale ha predisposto per il Presidente della Repubblica, per il Governo, per i parlamentari.

Buon lavoro. Saluti comunisti

Maurizio Acerbo
Segretario nazionale PRC-SE

Giovanni Russo Spena
Responsabile nazionale area Democrazia, Diritti, Istituzioni del PRC-SE

- volantino -

 

Ai segretari e alle segretarie regionali del PRC-SE
Ai/le segretari/e delle Federazioni di Torino, Roma, Milano, Napoli, Bologna, Firenze del PRC-SE
Ai/le componenti la Direzione Nazionale del PRC-SE

Care compagne e cari compagni,
è convocata, per il giorno Mercoledì 4 novembre alle ore 19.30, la riunione dei segretari e delle segretarie regionali, e delle Federazioni di: Torino, Roma, Milano, Napoli, Bologna, Firenze. Alla riunione sono invitati a partecipare le/i componenti della Direzione nazionale.
Scopo dell'incontro sono le campagne politiche nazionali avviate e da avviare.
La riunione si terrà attraverso piattaforma di cui invieremo a breve il link.
Grazie per l'attenzione e buon lavoro

per la Segreteria nazionale
Rosa Rinaldi
Responsabile Organizzazione PRC-SE

Care/i Compagne/i,
Vi trasmettiamo, in allegato, il documento della Direzione Nazionale del Comitato del No, da noi condiviso, allo scopo di dare alcune indicazioni politiche chiare ai gruppi dirigenti locali e nazionali del partito.
In primo luogo chiediamo a tutte le Federazioni ed i Comitati Regionali di dare indicazione a tutte/i le/ le/i nostre/i compagne/i di sostenere i contenuti del documento lavorando nei comitati del No locali a far crescere l'iniziativa del rilancio del Coordinamento della Democrazia Costituzionale (CDC). In molte realtà non si sono ricostituiti nel corso dell'estate i comitati che erano stati attivi nella campagna per il No nel referendum renziano del 2016. E' opportuno dare un contributo alla ricostituzione di un diffuso tessuto democratico nel nostro paese.

E' importante il nostro impegno anche nel Comitato nazionale contro qualsiasi autonomia differenziata e a livello locale è bene proporre che i comitati assumano anche questa battaglia. Vi segnalamo l'ultimo comunicato che purtroppo denuncia che anche con questo governo continua a andare avanti lo sciagurato progetto, nonostante proprio la pandemia abbia dimostrato quanti danni produca la regionalizzazione eccessiva introdotta con la modifica del titolo V della Costituzione: http://www.rifondazione.it/primapagina/?p=44291

In secondo luogo di mantenere impegnati tutti quei soggetti politici e sociali, a partire da tantissimi giovani, a continuare l'impegno di resistenza e di proposta per la difesa della Costituzione e per una democrazia pluralista e partecipativa fondata anche su una legge elettorale proporzionale pura e senza sbarramenti di accesso.
Vi chiediamo, pertanto, di organizzare momenti di dibattito interni ed esterni finalizzati al massimo di partecipazione a questa iniziativa.
Per ogni approfondimento o per chiedere la eventuale presenza nazionale a Vostre iniziative o riunioni potete scrivere alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonare al 3346603135. Per iniziative contro l' autonomia differenziata scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonare al 338335285.

Saluti comunisti

Maurizio Acerbo, Segretario nazionale PRC-SE
Giovanni Russo Spena, Responsabile Democrazia ed Istituzioni per la Direzione nazionale del PRC-SE
Raffaele Tecce, Responsabile nazionale Ufficio Elettorale ed Enti Locali per la Direzione nazionale PRC-SE

************

COMUNICAZIONE DI MAURO BESCHI segretario del Comitato del NO

I destinatari sono tutti i Comitati, quelli che si sono formati durante l'ultima campagna referendaria e quelli che sono stati con noi in quella del 2016. Questo perché abbiamo la necessità di fare una censimento dei Comitati che ritengano di condividere la scelta di rilanciare il CDC e quindi di ricostruire e rafforzare una rete di relazioni e di interventi in grado di produrre iniziative in difesa dei valori costituzionali.

Chiediamo, dunque, a tutti i destinatari di questo messaggio di rispondere evidenziando la disponibilità o la contrarietà a far parte di questo progetto di rilancio, oltre che, ovviamente, di esprimere le valutazioni sul Documento inviato.

Con i più cordiali saluti
Mauro Beschi

Cop SenzaRespiroCare compagne e cari compagni,

voglio segnalarvi un importante libro che uscirà nella seconda metà di ottobre scritto da Vittorio Agnoletto, con la collaborazione di Cora Ranci ed Alice Finardi, edito da Altreconomia e promosso dalla Sinistra Europea. Si tratta di “Senza respiro”, un'inchiesta indipendente sulla pandemia da Coronavirus, su come ripensare complessivamente un modello di sanità pubblica, una vera e propria inchiesta svolta sul campo.

Centrale nel libro è l'analisi dettagliata della situazione lombarda, i disastri dovuti alla privatizzazione e aziendalizzazione della sanità nonché gli innumerevoli errori compiuti a tutti i livelli, sia dal governo nazionale che da quello regionale e dai singoli comuni nella gestione della pandemia.

Contiene poi una disamina delle politiche attuate da alcune altre regioni (Veneto, Emilia Romagna, Piemonte, Toscana) e dal sistema carcerario. Infine, fornisce una panoramica su come la pandemia è stata affrontata in una decina di paesi europei.
Affinché possiate farvene una idea più precisa vi allego l'introduzione al libro scritta da Heinz Birnbaum e Paolo Ferrero (rispettivamente presidente e vicepresidente della Sinistra Europea). Il libro, che avrà un prezzo di copertina di 12 euro, sarà disponibile presso la Direzione Nazionale del nostro Partito ad un prezzo scontato, ovvero a 6 euro. Potete, fin da ora, farne richiesta e programmarne la presentazione nei vostri territori.

Grazie per l’attenzione e buon lavoro.

Rosa Rinaldi
Segreteria nazionale, Responsabile Organizzazione PRC-SE

Care compagne e cari compagni,

in riferimento alla comunicazione sulla Campagna “Riconquistiamo il diritto alla salute”, inviatavi alla fine di luglio (riportata di seguito), vi invitiamo a fornirci un riscontro sul proseguimento della campagna stessa e in particolare sulle firme raccolte sui moduli cartacei ai banchetti.
Quindi invitiamo i compagni e le compagne a comunicarci il dato delle firme della petizione raccolte fino ad ora, scrivendo una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Buon lavoro

Rosa Rinaldi
Segreteria Nazionale, Responsabile Organizzazione PRC-SE

Alle/ai componenti il CPN del PRC-SE
Alle/ai segretarie/i regionali e di Federazione del PRC-SE
Loro sedi

Care compagne e cari compagni,

come saprete dal 1 Luglio, data in cui abbiamo tenuto una conferenza telematica di presentazione della campagna: “Riconquistiamo il diritto alla salute”, una petizione promossa da diverse organizzazioni della sinistra di classe.
La campagna a sostegno della petizione popolare per riconquistare una sanità pubblica universale, laica, gratuita ed un Servizio Sanitario Nazionale così come previsto dalla legge 833,si articola sia, attraverso la raccolta di firme on line all'indirizzo https://Change.org/riconquistiamo-salute, sia attraverso i moduli cartacei che vi inviamo insieme alla petizione.

Questa è una delle iniziative cui partecipiamo e promuoviamo, come saprete siamo impegnati e partecipiamo parimenti alle iniziative promosse da Medicina Democratica per la costituzione di un coordinamento nazionale di cui facciamo parte.

La crisi del nostro Servizio Sanitario Nazionale, provocata dalle politiche dei governi di centrodestra, centrosinistra, tecnici, e da decenni di tagli e de-finanziamento della sanità pubblica, blocco delle assunzioni, privatizzazioni ed esternalizzazioni a favore della sanità privata largamente parassitaria.
Una crisi, quella che stiamo attraversando, che la pandemia da coronavirus ha drammaticamente evidenziato, e che ha
determinato la morte di migliaia di persone e diverse centinaia di lavoratori e lavoratrici della sanità.
Ha preso il via, quindi, la campagna “Riconquistiamo il diritto alla salute” con proposte chiare e sostenibili, perché la salute torni ad essere un diritto, per tutte e tutti!

A sostegno della campagna è stato programmato per il 3 settembre un presidio a piazza Montecitorio ed in contemporanea chiediamo che si organizzino presidi, raccolta firme e volantinaggi nei territori, davanti alle regioni o prefetture o ospedali o dove riterrete più opportuno manifestare, nei prossimi giorni vi forniremo maggiori dettagli sul presidio.

Di seguito vi alleghiamo: la petizione con i relativi moduli per la raccolta firme, i link a change.org per firmare e alla pagina FB da pubblicizzare.

Grazie per l'attenzione e buon lavoro.

Rosa Rinaldi
Segreteria Nazionale, Responsabile Organizzazione PRC-SE

Allegati:

Care compagne e cari compagni,

inviamo, nuovamente, il programma della Festa del partito "IMAGINE" che si terrà a Firenze dal 10 al 15 settembre.
Il programma nazionale si svilupperà nei giorni 11, 12 e 13 di settembre.
Con l'occasione ringrazio per la grande disponibilità dimostrata le compagne e i compagni di Firenze per essersi, ancora una volta, messi a disposizione di una iniziativa generale come è la Festa nazionale del nostro partito.
Un'occasione di incontri, confronti e discussioni cui abbiamo invitato diversi soggetti sociali e politici.
Sarà, anche, un'occasione per vivere insieme alcuni momenti ludici con gli spettacoli previsti, che potrete leggere nel programma, il tutto garantendo le norme di sicurezza previste per la prevenzione dal Covid 19.

Care compagne e cari compagni, per il nostro partito non è banale organizzare un evento come la Festa nazionale, lo possiamo fare grazie all'abnegazione e alla militanza delle compagne e dei compagni, non abbiamo molte risorse per sponsorizzarla, per questo vi chiediamo di condividere il banner, la locandina e il programma sui social, sui vostri profili, sulle pagine personali e del partito e sui nostri siti, insomma vi chiediamo una mano per dare alla Festa la massima visibilità possibile.

Vi aspettiamo a Firenze!

Rosa Rinaldi
Segreteria nazionale, Responsabile Organizzazione PRC-SE

Programma Festa nazionale 2020

Care compagne e cari compagni,

lo scorso 31 agosto ci è stata accreditata la prima tranche del 2 x 1000, sulla base delle indicazioni espresse dalle/i contribuenti nelle dichiarazioni dei redditi presentate entro il 31 luglio.
Nelle prossime settimane, quando saranno disponibili tutti gli elementi necessari, procederemo ad una valutazione approfondita. Per il momento, registriamo con cauta soddisfazione un risultato che sembra confermare l'andamento positivo degli scorsi anni. Ci attestiamo, infatti, per questa tornata, a 37.581 indicazioni per L19, un dato che segna un calo rispetto al 2019 di 10.834 unità, ampiamente spiegabile con la diminuzione del numero complessivo di dichiarazioni dovuto allo slittamento al 30 settembre della scadenza a causa del Covid.
Il mese di settembre sarà dunque cruciale per promuovere l'opzione L19 tra le tante e tanti che ancora devono presentare la dichiarazione dei redditi; per questo è necessario proseguire ed intensificare la campagna militante con tutti gli strumenti, telematici e in presenza, a nostra disposizione. A questo, proposito, vi invitiamo ad utilizzare i "bigliettini" L19 a suo tempo inviati a tutti i regionali, segnalandoci eventuali necessità di nuove spedizioni, nonché le grafiche già disponibili.

A tutte e tutti voi va il nostro ringraziamento per l'impegno fin qui profuso e per quanto ancora saprete fare.

Fraterni saluti

Maurizio Acerbo, Segretario nazionale PRC-SE
Vito Meloni, Tesoriere nazionale PRC-SE

Cerca

FB Rosa Rinaldi

 

fabrosa