Care compagne e cari compagni,

il prossimo 5 maggio si avvierà la stagione della presentazione della dichiarazione dei redditi; abbiamo, quindi, la necessità di lanciare tempestivamente una efficace campagna per la richiesta alle e ai contribuenti di sottoscrizione del 2 x 1000 a favore del nostro Partito

Abbiamo immaginato una campagna che si sviluppa su più piani, da quello più tradizionale, attraverso la diffusione di materiale propagandistico a stampa, possibile solo quando si saranno di molto allentate le restrizioni personali, a quello virtuale per i social, oggi largamente prevalente.

In questi giorni stiamo facendo stampare 100.000 tagliandi L19, in tutto identici a quelli utilizzati negli anni precedenti, che provvederemo immediatamente a spedire ai regionali in proporzione agli iscritti di ciascuna Regione. I regionali cureranno la distribuzione ai territori, facendo in modo che i tempi di consegna siano congrui con quelli di ripresa, sia pure parziale, della mobilità individuale e, comunque, tali da farci arrivare preparati alla fase più intensa della presentazione delle dichiarazioni che comincerà nella seconda metà di maggio.
Per quanto riguarda la dimensione social, occorre fare in modo che in tutte le occasioni in cui ci presentiamo al "pubblico" - è il caso, ad esempio, delle molte dirette Facebook fatte da nostre strutture o singoli compagne e compagni - il messaggio per L19 dovrebbe essere presente nelle forme possibili (banner, logo, messaggi a scorrimento, ecc.).
Inoltre, è già disponibile sul sito del Partito a questo link http://www.rifondazione.it/primapagina/?page_id=17405, materiale grafico che può essere utilizzato per gli strumenti di comunicazione social.
A breve, arricchiremo le grafiche con altre in corso di elaborazione che vi invieremo tempestivamente e che resteranno anche esse a disposizione sul sito.
La stessa immagine del tagliando L19 dovrebbe essere inserita per i prossimi mesi, fino alla conclusione della campagna, in tutte le email e le newsletter che ciascuna delle vostre strutture invia a iscritte/i e simpatizzanti.

Vi ricordiamo, infine, che con le medesime comunicazioni è utile promuovere la destinazione del 5 x 1000 alle associazioni vicine al Partito presenti nei vostri territori. A questo proposito, è necessario avere cura che le due opzioni, quella per il 2 x 1000 e quella per il 5 x 1000, siano chiaramente identificate e distinte in modo da non creare confusione ed avere, anzi, un positivo effetto di reciproco trascinamento.
Pensiamo sia chiaro a tutte e tutti voi l'importanza di questa fonte di finanziamento del Partito e la conseguente necessità di produrre il massimo sforzo per confermare ed incrementare significativamente le opzioni per il codice L19.

Siamo tradizionalmente tra i partiti più "premiati" dai contribuenti, per continuare ad esserlo e, se possibile, migliorare, possiamo contare solo sull' impegno militante di tutte e tutti noi.

Buon lavoro

Vito Meloni
Segreteria nazionale, Tesoriere PRC-SE

Rosa Rinaldi
Segreteria nazionale, Responsabile Organizzazione PRC-SE

Care compagne e cari compagni,
come sapete lo Statuto del partito prevede la riunione del CPN in presenza.
Come segreteria nazionale abbiamo posto il quesito al Collegio nazionale di Garanzia circa la possibilità di convocare gli organismi del partito, ed in particolare il Comitato Politico Nazionale, in questa fase in cui siamo costretti a casa dalla pandemia dovuta al Corona virus.
Di seguito, quindi, vi trasmettiamo il parere espresso dal Collegio nazionale di Garanzia.
Una indicazione che riteniamo vada applicata, estendendone il principio, a tutti gli organismi, ovvero, che anche le riunioni dei CPF e CPR possano avvenire con i medesimi criteri.
Diamo, quindi, l'indicazione che possano essere convocati per via telematica anche gli organismi di partito territoriali e regionali e che, per quanto possibile, venga garantito lo svolgimento collegiale e partecipato alla vita del partito attraverso le tecnologie a nostra disposizione.
Per le riunioni degli organismi territoriali e regionali, ove fosse necessario e richiesto, il gruppo dirigente nazionale è a disposizione degli organismi stessi.

Grazie per l'attenzione

Rosa Rinaldi
Segreteria nazionale, Responsabile Organizzazione PRC-SE

Parere espresso dal Collegio nazionale di Garanzia

Ai segretari e alle segretarie di federazione e regionale del PRC
Loro sedi
Ai/le componenti il CPN

Care compagne e cari compagni,
è necessario dare una decisa accelerazione nella raccolta firme alla petizione europea sulla BCE che vi abbiamo inviato nei giorni scorsi.
Vi chiediamo di far conoscere la petizione che si può firmare on line e di promuoverne la sottoscrizione dentro e fuori il partito.
Vi sollecitiamo a contattare i nostri iscritti e le nostre iscritte e di aiutarli, nel caso ve ne fosse necessità, a sottoscrivere la petizione, purtroppo non tutti hanno nella loro disponibilità la strumentazione necessaria, per questo è necessario un aiuto attivo da parte delle federazioni e dei circoli. L’obiettivo che abbiamo è quello di raggiungere, in Italia, 10.000 firme che corrisponde, più o meno al numero dei nostri iscritti, quindi un obiettivo raggiungibile purché vi attiviate direttamente chiamando le compagne e i compagni.
Le firme vanno raccolte entro il 23 aprile pv, giorno in cui si riunirà il vertice dei capi di stato e di governo per dare finalmente una risposta ai problemi connessi al Coronavirus. La nostra proposta per affrontare la crisi del Coronavirus, è condivisa dalla Sinistra Europea e dal GUE, si fonda sull’intervento della Banca Centrale Europea affinché il denaro necessario ad affrontare la crisi determinata dal Corona virus non determini nuovo debito per gli stati e non debba poi essere rimborsato attraverso l’aumento delle tasse, il taglio della spesa pubblica o la svendita del patrimonio pubblico.
Al fine di ottenere questo risultato, abbiamo costruito la petizione europea che rispettando formalmente i trattati sarebbe immediatamente applicabile e potrebbe realizzare un obiettivo di grande buon senso - perseguito da tutti i paesi del mondo -pure in una situazione in cui i trattati europei sono stati scritti per fare il contrario.

Questo è il link da far girare per far leggere e firmare la petizione.

La nostra proposta, in breve, è quella di dar vita ad una banca pubblica europea – finanziabile ai sensi dell’articolo 123 comma 2 dei trattati - denominata Fondo Sanitario Europeo” che riceva un prestito iniziale di 1000 miliardi di euro dalla BCE e che questo prestito sia a scadenza di 100 anni e maturi annualmente interessi negativi. In questo modo alla fine dei 100 anni il prestito risulterebbe estinto e quindi da non rimborsare. Il prestito sarebbe ovviamente ampliabile da parte della BCE a seconda delle necessità e della situazione economica e sociale europea. Una proposta quindi in cui la BCE mantiene completamente la sovranità sulla politica monetaria ed è in grado di regolare con attenzione gli effetti della sua azione. Non a caso questa petizione è stata promossa da importanti economisti sia a livello italiano – Andrea Fumagalli, Giovanni Mazzetti, Antonella Stirati – che europeo ed è coerente anche con l'appello di 101 economisti che si muove in una direzione analoga. Dobbiamo uscire dalla finta, quanto dannosa, contrapposizione tra sovranisti ed europeisti, contrapposizione, che finisce unicamente per scatenare la guerra tra i poveri, piuttosto che indicare la strada maestra fondata sulla possibilità di utilizzare il denaro della BCE senza che questo debba poi essere ripagato dai popoli. Nell'invitarvi a dare la massima diffusione verso le vostre mailing list, sui social e sui vostri siti alla petizione, vi chiediamo di attivarvi, in ogni modo, presso i nostri iscritti e le nostre iscritte per ottenere la loro adesione alla petizione e il vostro concreto aiuto alla compilazione.

Buon lavoro a tutte e tutti e aspettiamo un vostro fattivo riscontro.

Maurizio Acerbo, Segretario nazionale PRC-SE
Paolo Ferrero, Vicepresidente Sinistra Europea
Rosa Rinaldi, Segreteria nazionale, responsabile Organizzazione PRC-SE

Vi inviamo:

  • - un video di Paolo Ferrero
  • - Allegati :
  • - Cinque infografiche da usare sui social, con e senza il simbolo del partito
  • - Situazione attuale firme già raccolte per regione

usiamodenarobce2

bannerpetizione consimbolo

bannerpetizione senza simbolo

USIAMODENAROBCE

loca consimbolo

regionipet

Carissim@ Compagn@

Abbiamo iniziato a conoscere il nemico invisibile, con le prime immagini dalla Cina, pensando che quel paese quel virus era troppo lontano da noi, ma quando un mese fa sono iniziati i primissimi contagi la narrazione è cambiata,
nel nostro paese come in tutto il mondo, nelle nostre vite.
Sono passate prime settimane di una quarantena che vede un protrarsi, le notizie di cronaca affollano le nostre menti con titoli di apertura dei telegiornali e giornali e le successive immagini.
In questo caos di emozioni contrastanti un punto rimane fisso, forse, anche un rifugio “l'agire politico”, quella voglia di continuare a lottare con ogni mezzo pur restando a casa, e da quel domandarsi collettivamente come rendersi politicamente e socialmente utili e ci siamo detti "Noi non ci fermiamo!"
Perché quel domandarsi “come rendersi utili politicamente e socialmente” ci rimanda ad una maggiore consapevolezza: di come questa pandemia ha generato una forte crisi nel sistema capitalistico, ed in questa rottura del sistema bisogna creare le base per uscirne in maniera nuova, passo dopo passo, in questa emergenza da comunità politica, attraverso la solidarietà, gettiamo le basi per fare comunità, partendo dai bisogni della persona.
In questi giorni elaborato dei manuali di autorganizzazione collettiva, da distribuire alla rete di contatti a partire dai nostri sportelli .
Manuali di autorganizzazione collettiva dal contenuto informativo mirato, perchè non tutta la popolazione gode dello stesso accesso all’informazione e soprattutto che non tutti hanno lo stesso accesso all’acquisto di mascherine e/o ed altri presidi di protezione.

MANUALE DI AUTOPRODUZIONE DI MASCHERINE:

In tale momento critico in cui i DPI (Dispositivi di Protezione Individuali) non sono disponibili in primis per tutti gli operatori sanitari che esplicano le proprie funzioni in diretto contatti con casi o probabili casi di covid 19, esse non sono disponibili nemmeno per quelle\i lavoratrici\ori che in questo momento continuano a tenere viva la produzione non solo delle aziende indispensabili e per la popolazione come Sol..e.d.a.d RETE DI MUTUALISMO SOLIDALE abbiamo lavorato in collaborazione coi Medici ISDE ad un manuale per l’autoproduzione di una mascherina, nel manuale parte da un excursus su informazioni e delucidazioni legate al covid 19 e al nuovo sars cov-2 fino ad arrivare alla sua strutturazione. Il prodotto non è un DPI ne di un DM, come molti in circolazione, quindi va indossato con tale consapevolezza , ma è uno strumento accessibile a tutti e tutte. Il manualetto è stato tradotto in lingua…. da essere dispensato attraverso i nostri sportelli attivi sui territori per renderli di accessibile accesso a quei tanti che risultano essere gli ultimi e gli abbandonati anche a livello comunicativo e che stanno quotidianamente perdendo i punti di riferimento.

MANUALE DI PREVENZIONE E IGIENE

Il manuale, è stato elaborato col supporto di esperti sanitari, ha l’obiettivo di voler rispondere a quei dubbi, alle perplessità legate a una corretta igiene per se stessi e per gli altri dell’utilizzo dei disinfettanti e delle pratiche per mantenere la propria cute e gli ambienti privi di microrganismi dannosi al nostro organismo legate al mutamento dei comportamenti e dello stile di vite quotidiano di cui per noi è diventato un azione meccanica fatta senza pensarci.

Questi “Manualetti” risultano essere l’apporto pratico teorico di cui abbiamo deciso di dotarci per conoscere e fronteggiare con consapevolezza sociale questo nemico invisibile.

COSTRUIRE SOLIDARIETA’ ATTIVA AI TEMPI DEL COVID 19: In questi giorni in molt@ ci siamo chiesti da dove partire come organizzarci, e diversi compagni hanno già attivato nei propri territori percorsi di solidarietà contribuendo, costruendo o aderendo a reti contro l'isolamento sociale.

Noi pensiamo che sul fronte delle pratiche sociali: dalla spesa sociale alla distribuzione di farmaci etc etc, la direzione del come e cosa fare sta ai/alle compagni@ territorio per territorio, evitando ogni forma di approssimazione ed improvvisazione, e costruendo rete: con uffici predisposti dal proprio Comune, con associazioni riconosciute per competenza in caso di emergenze, di carattere nazionale (Croce Rossa, Emergency ) e territoriale, con esperienza nel campo dell'emergenza e che rispettano i canoni di sicurezza per tutt@, si perché abbiamo l’esigenza di non essere veicolo del virus e di preservare l’integrità della salute dei compagni e delle compagne che prestano la loro azione di militanza,

SPORTELLI VIRTUALI: Riattivare ed organizzare i nosti sportelli sociali, nelle realtà dove sul fronte del partito sociale abbiamo sportelli a causa del Covid19 abbiamo dovuto interrompere le nostre attività, ma attraverso forme "virtuali" possiamo riprenderle e la dove possibile dotarci di nuovi avamposti, utili per dare risposte nella emergenza e per il dopo, per costruire inchiesta, consulenze e fare sorveglianza democratica. Sportelli tematici virtuali, di consulenza a lavoratrici/ori , sportelli di consulenza legale di assistenza a migranti, sportelli ai consumatori sportelli per il sostegno psicologico, tenendo conto della peculiarità di ogni territorio e delle disponibilità.

UN FORTE ABBRACCIO A TUTT@

Rosa Rinaldi – Segreteria nazionale - Responsabile Organizzazione PRC-SE
Loredana Marino - Responsabile nazionale Partito Sociale PRC-SE
Nicola Comanzo - Esecutivo nazionale Giovani Comunisti PRC-SE

Sorgenti :

Link GOOGLE DRIVE

Link FLIPSNACK

da consultare su WEB alcune testimonianze già in corso dai territori:

In allegato da poter consultare e scaricare

- alcune testimonianze già in corso dai territori

pdf Manuali

Facsimile  a cura di Ya Basta
Mascherina coronavirus
Guida manuale igiene
Come produrre una mascherina
Manuale igiene e prevenzione

Alle segretarie e ai segretari di federazione del PRC-S.E.
Ai segretari regionali PRC-S.E.
Al coordinatore dei GC PRC-S.E.

Care compagne e cari compagni,
È convocato per domenica a partire dalle ore 15.30 un attivo delle segretarie e dei segretari di federazione, dei segretari regionali, del coordinatore delle/i GC alla presenza della segreteria nazionale. Questo attivo che si svolgerà attraverso l'utilizzo della piattaforma Cisco Webex si rende necessario per condividere pratiche e problemi che si vanno evidenziando durante l'emergenza covid 19 in tutto il Paese.
Sarà un momento utile di confronto per migliorare la nostra azione come Partito della Rifondazione Comunista anche e nonostante i limiti di movimento che ognuna /o di noi ha.
Per chi non ha mai utilizzato la suddetta piattaforma si consiglia di sentire i propri segretari regionali che, in qualità di invitati permanenti alla direzione ne hanno spesso fatto uso
È comunque necessario
L'uso di un pc, tablet o I phone per collegarsi
SI consiglia di dotarsi di una cuffia per evitare rumori di sottofondo e avere una buona ricezione
È fondamentale all'atto del collegamento, attivare la connessione audio e tenere chiuso il microfono quando non si deve intervenire.
Riceverete in serata o, al più tardi domattina, una mail attraverso cui collegarvi alla piattaforma.
Per ulteriori informazioni potete contattare il responsabile comunicazione Stefano Galieni, cell. 347 1777846.

Fraterni saluti

Rosa Rinaldi
Segreteria nazionale
Responsabile Organizzazione PRC-S.E.

whatsappAi/le segretari/e regionali e provinciali Prc-Se
Loro sedi
Al Coordinamento nazionale GC Prc-Se

Care compagne e cari compagni,

nella fase che stiamo vivendo con l'emergenza coronavirus cerchiamo di potenziare al massimo la nostra capacità di far circolare le nostre proposte e il nostro punto di vista.
Vi chiediamo di lavorare celermente alla creazione di una rete di diffusione gratuita di nostra messaggi via whatsapp. Noi attualmente come segreteria inviamo messaggi a componenti cpn e a segretari. Con la proposta che avanziamo potremmo fare in modo di raggiungere almeno 10.000 compagni e si può sperare che a loro volta questi compagni inoltrino a propri amici e conoscenti.
Queste sono le cose da fare per un utilizzo militante di whatsapp

1) fare in ogni federazione liste broadcast inserendoci numeri di telefono di iscritti e simpatizzanti, compagni esterni (come fare lista broadcast: https://faq.whatsapp.com/it/iphone/23782313 )

2) le liste broadcast non possono superare i 250 numeri ma è possibile farne più di una,

3) con lista broadcast potete inviare a 250 persone un messaggio con un solo click,

4) la lista brodcast non è una chat perchè il messaggio inviato arriva separatamente a ogni singolo contatto e non sic rea il dibattito tipico delle chat alla lunga fastidioso e invadente,

5) se ogni federazione predispone sul cellulare di una/o compagna/o le liste broadcast può raggiungere costantemente con comunicazioni iscritti e simpatizzanti, grandi federazioni possono demandare ai singoli circoli (l'importante è che lo facciano!),

6) se a loro volta un buon numero di compagne/i si fa le proprie liste broadcast di amici, colleghi, parenti ecc. utilizzando la propria rubrica telefonica potremmo avere un'enorme e capillare rete di contatti, a tal fine è bene incoraggiare a farlo iscritte/i,

7) potremmo inviare comunicati e grafiche nonché aumentare notevolmente nostra visibilità sui social, laddove risultassimo efficaci nei messaggi si può immaginare la circolazione virale che si attiverebbe;

8) ovviamente non si può abusare dell'altrui pazienza e non si dovrà eccedere con gli invii, ma dell'utilizzo della rete whatsapp ci occuperemo in altra comunicazione,

9) se si predispongono a breve le liste broadcast regionali e/o provinciali i messaggi che mandiamo come segreteria nazionale potranno essere smistati da segretari regionali e di federazione sulle liste brodcast territoriali e in pochi minuti raggiungere migliaia di persone,

10) non si pongono problemi di privacy perchè operiamo come partito su numeri relativi a iscritte/i e nel caso dei singoli compagni che si fanno la propria lista broadcast su propri contatti personali.

Lasciamo immaginare quale quantità di contatti potremmo raggiungere quotidianamente se mille compagne/i in tutta Italia attivassero una sola lista broadcast.
Invitiamo a procedere con la massima celerità.

Saluti comunisti

Maurizio Acerbo
Segretario nazionale PRC-SE

Stefano Galieni
Responsabile nazionale Comunicazione PRC-SE

Rosa Rinaldi
Segreteria nazionale
Responsabile Organizzazione PRC-SE

Care compagne e cari compagni,
proponiamo di stampare e appendere davanti agli ospedali lo striscione che vi mandiamo in allegato con la scritta: SOLIDARIETA' AI LAVORATORI DELLA SANITA' PUBBLICA.
E' lungo 5 metri x 1 metro e si può far stampare per poche decine di euro.
Vi manderemo un comunicato tipo da diffondere ai media locali.
Il nostro obiettivo è di fare almeno 20 ospedali in tutta Italia nel medesimo giorno.
Comunicateci se vi attivate in modo che possiamo fissare una data per tutti.

Segretario Nazionale PRC-SE
Maurizio Acerbo
Segreteria nazionale PRC-SE /Resp.le Organizzazione
Rosa Rinaldi
Responsabile Lavoro PRC-SE
Antonello Patta

striscione solidarieta lavoratori sanita

Alle segretarie/i di federazione del PRC-S.E.
Ai segretari regionali
Alle/i compagne/i del CPN
Alle/i compagne/i del Coordinamento dei GC
Alle compagne/i del CNG

Con richiesta di dare immediata e ampia diffusione di quanto segue a tutte/i le compagne/i del partito, a simpatizzanti e a condividere poi attraverso i canali social utilizzati individualmente o come organismi territoriali.

Venerdì 13 marzo, a partire dalle ore 21.00 terremo una diretta fb che verterà sulle condizioni venutesi a creare nel paese a causa del Covid 19 (Coronavirus).

L'intervento principale, atto a fornire ulteriori strumenti di comprensione di quanto va accadendo nel paese e nel mondo sarà affidato al compagno Vittorio Agnoletto che già la scorsa settimana si è reso pronto a mettere a disposizione le proprie indiscutibili competenze.
All'incontro sarà possibile partecipare mediante la diretta facebook che manderemo dalla pagina del Partito (Partito della Rifondazione Comunista) o tramite la pagina del compagno Vittorio Agnoletto.

Ulteriori informazioni più specifiche vi verranno fornite nelle prossime ore.

Raccomandiamo la massima diffusione di un'iniziativa utile tanto per il nostro partito quanto per le tante e i tanti che sentono il bisogno di una buona e corretta informazione in materia.

Rosa Rinaldi, Responsabile organizzazione PRC-S.E.
Stefano Galieni, Responsabile comunicazione PRC-S.E.

Care compagne e cari compagni,
vi trasmettiamo, in allegato un volantino su "corona virus" e l'impatto diretto che ha sul sistema sanitario ed in particolare sul lavoro in sanità.
Un volantino che potrà essere utilizzato e diffuso davanti agli ospedali e alle strutture sanitarie, particolarmente rivolto alle lavoratrici e ai lavoratori del settore ma non solo, giacché si affronta anche il tema della difesa e del rilancio della sanità pubblica.
Ci pare un utile strumento da inserire nella campagna sociale.
E' del tutto evidente l'urgenza di fare conoscere le nostre proposte vi chiediamo di farci sapere a strettissimo giro al massimo entro venerdì alle 12.00 se richiedete e, nelle stesse quantità, la stampa dei volantini come già accaduto per quelli sul lavoro, altrimenti vi invitiamo a provvedere direttamente.
Vi invitiamo ad inviare un vostro riscontro a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Grazie per l'attenzione e buon lavoro.

Segretario Nazionale
Maurizio Acerbo

Segreteria nazionale
Rosa Rinaldi

Antonello Patta
Responsabile Lavoro

 

Care compagne e cari compagni,
nell’inviarvi il manifesto predisposto per l’8 e il 9 marzo vi segnalo che, come forse già saprete, a causa dell’emergenza sanitaria legata alla diffusione del Coronavirus, la Commissione di garanzia ha vietato lo sciopero generale del 9 marzo convocato dai sindacati di base su istanza di Non Una di Meno.
Una vera e propria incongruenza, si impedisce lo sciopero e contemporaneamente, da giorni, si obbligano le persone a stare a casa e se possibile a fare “telelavoro”. Insomma si può stare a casa, purché non si scioperi, si può stare a casa ma a lavorare! Ciononostante, come donne ci stiamo organizzando, saremo nelle strade e nelle piazze in tutte le forme possibili.
Si potranno avere gli aggiornamenti in tempo reale sulle iniziative che l’8 e 9 marzo si svolgeranno nelle diverse città consultando il sito di Non Una Di Meno:  dove saranno indicati tutti gli aggiornamenti anche relativi alla vostra città.
Buon l'otto marzo a tutte e tutti!

Segreteria nazionale PRC-SE
Rosa Rinaldi
Responsabile Organizzazione

8 9 marzo2020oo

Cerca

FB Rosa Rinaldi

 

fabrosa