popolochieriEzio Locatelli e Luigi Cerini, rispettivamente segretario provinciale Prc di Torino e segretario Circolo di Chieri Prc-Se dichiarano:

È proprio il caso di dirlo, Davide sconfigge Golia. La Corte d’Appello di Torino ha riconosciuto a Rifondazione Comunista la piena titolarità della Casa del Popolo di Chieri (Torino) rigettando la pretesa della Banca Popolare di Milano di acquisire la proprietà dell’immobile. Costruita negli anni ’50 del secolo scorso col sudore e il sacrificio dei militanti della locale sezione del Pci la Casa del Popolo è stata abbandonata e messa in vendita con lo scioglimento del Pci stesso.

Leggi tutto...

discesa-280615-4di Ezio Locatelli* -

L’idea sbruffona della lobby affaristica Si Tav è quella di replicare una sorta di “marcia dei quarantamila”. Allora, 38 anni fa, migliaia di capi e capetti, crumiri della Fiat (in realtà molto meno di 40 mila) scesero in piazza per mettere a tacere i lavoratori in lotta contro i licenziamenti di massa decisi dall’azienda. L’obbiettivo oggi è l’affondamento della lotta del movimento NoTav. Sabato 10 novembre imprenditori, costruttori, finanzieri, ordini professionali vari, sindacati gialli, forze di centrodestra e centrosinistra, gruppi di potere scenderanno in piazza per chiedere la realizzazione, senza se e senza ma, della tratta miliardaria di Alta Velocità Torino Lione, tratta comprensiva del’apertura di un nuovo tunnel transfrontaliero di oltre 57,5 chilometri tra Saint Jean de Maurienne e Susa.

Leggi tutto...

rifondazione-comunista144 cdi Ezio Locatelli* -

Ecco squadernata, in una recente intervista di Giorgio Cremaschi, la nuova versione hard di Potere al Popolo. Non più un soggetto plurale, come avrebbe dovuto essere stando al manifesto fondativo, ma "soggetto unico", depositario in esclusiva di "un'alternativa vera". Un soggetto deciso a tagliare i ponti con tutto ciò che sa di passato, indistintamente, anche con chi in tutti questi anni ha resistito, lottato, andando controcorrente. Un soggetto neopopulista in sedicesimo teso a oltrepassare le organizzazioni esistenti.

Leggi tutto...

Car@ compagn@

abbiamo appena concluso un Comitato Politico Nazionale che chiede di rilanciare e rafforzare l’impegno e il ruolo del nostro Partito nella costruzione di un movimento di opposizione di massa fuoriuscendo da logiche settarie e di frammentazione politica. Costruzione di assoluta urgenza. In assenza di questo movimento, di un fronte ampio di lotta e di resistenza, la crisi sociale politica in atto non può che continuare a volgere pericolosamente in senso regressivo e reazionario. Riguardo a questo compito il nostro Partito è chiamato a riorganizzare le sue forze, a rafforzare la rete delle iscritte e degli iscritti su tutto il territorio nazionale.

Leggi tutto...

Car@ compagn@

trieste-antifascistaIl 3 novembre Trieste antifascista e antirazzista risponderà con una propria manifestazione alla calata fascista di Casa Pound organizzata a livello nazionale. Trieste, per secoli punto di convergenza e convivenza di lingue, fedi e culture differenti, è stata anche un laboratorio particolarmente virulento di persecuzioni e razzie etniche, di violenze fasciste e naziste. Un laboratorio che si vuole riesumare strumentalizzando e distorcendo in chiave nazionalistica i tragici fatti della prima guerra mondiale. Rifondazione Comunista aderisce e invita tutte le realtà provinciali e regionali contigue (Friuli Venezia Giulia, Veneto, Trentino Alto Adige, Emilia Romagna) a partecipare alla mobilitazione antifascista del 3 novembre dando il massimo di visibilità alla presenza del Partito (portare bandiere, cartelli, ecc.).

Il concentramento antifascista è previsto alle ore 15 in Campo San Giacomo e, salvo indicazioni diverse dell’ultima ora, il corteo a seguire terminerà in Piazza Goldoni.

Ora e sempre Resistenza!

Ezio Locatelli
responsabile organizzativo nazionale Prc-Se

Peter Bherens
segretario provinciale Trieste Prc-Se

Roma/Trieste 29 ottobre 2018

10novembre18prcCare compagne/i,

la manifestazione nazionale contro il razzismo, il DL Salvini e contro le diseguaglianze sociali del 10 novembre, riveste per il nostro partito una importanza enorme. Siamo consapevoli delle difficoltà non solo economiche con cui molto spesso si debbono fare i conti per venire a Roma e garantire una adeguata partecipazione.

Se chiediamo questo sforzo è perché reputiamo fondamentale lanciare un segnale nazionale di opposizione al governo giallo verde, all'operato del suo Ministro dell'Interno, alla xenofobia dilagante e al clima repressivo che sta già colpendo chi è povero, occupa una casa perché non ha un tetto, si oppone allo sfruttamento con un blocco stradale o un picchetto, rifiuta di chinare la schiena.

Una manifestazione che riguarda chi è giunto in Italia in cerca di futuro e si ritrova costretto in condizioni di subalternità sociale, civile e politica e chi, anche da cittadino italiano, per il solo fatto di agire da solidale, perché non accetta di subire i ricatti del potere e di chi ne determina la vita sul posto di lavoro, viene perseguito con provvedimenti che rimandano ai periodi più bui della nostra storia.

Leggi tutto...

Ezio Locatelli, segretario provinciale Prc-Se di Torino ha dichiarato:

“Trent’anni di carcere per le manifestazioni No Tav del 2015 in Valsusa sono un’assurdità. In occasione di quella manifestazione un migliaio di manifestanti raggiunse il cantiere Tav osteggiati dalle forze di polizia. Per il lancio di sassi e fuochi d’artificio che ne è seguito sedici manifestanti sono stati trattati alla stregua di terroristi veri e propri. Inammissibile! La criminalizzazione della lotta No Tav è un approccio regressivo, un approccio del tutto sbagliato alle manifestazioni di opposizione ad un’opera inutile e distruttiva. Voglio sperare che i ricorsi avversi alle condanne comminate saranno accolti nella sede giudiziale successiva. Ma intanto occorre levare forte la voce contro una giustizia debole con i forti, forte con i deboli”.

Torino, 12 ottobre 2018

Ufficio stampa Rifondazione Comunista Torino
Via Brindisi 18/C - 10152 Torino
per contatti: Marisa Chiaretta - cell. 338 1170772
segretario provinciale - Ezio Locatelli - cell. 335 6034478

potere-prcAlle compagne e ai compagni
di Rifondazione Comunista

Come saprete è aperta la campagna di adesioni individuali a Potere al Popolo che si concluderà il 30 settembre.

Il nostro partito ha deciso nel Comitato Politico Nazionale del 15 luglio di invitare iscritte, iscritti e simpatizzanti di Rifondazione ad aderire a Potere al Popolo.

Il futuro sviluppo del progetto di Potere al Popolo - sul piano statutario e politico - sarà deciso dagli aderenti individuali che aderiranno ENTRO IL 30 SETTEMBRE 2018. Ed è bene che portiamo il nostro contributo di idee e di orientamento a un progetto che abbiamo co-fondato. La nascita di un movimento ad adesione individuale, partecipato dal basso non implica per noi lo scioglimento del partito ma è parte di un percorso unitario di riaggregazione delle forze della sinistra antiliberista e anticapitalista nel nostro paese.

Leggi tutto...

potpopolodi Ezio Locatelli*

Nessun tentennamento. A fronte del rischio di stravolgimento dello spirito unitario, plurale, partecipativo che ha connotato Potere al Popolo in questi mesi occorre più che mai portare avanti una battaglia culturale, politica di unità. Dentro e fuori a Potere al Popolo. Di unità e ricostruzione di un campo di forze antiliberiste, anticapitaliste, antagoniste in alternativa a centrodestra, centrosinistra, M5S. Forze che devono ritrovare la capacità di fare movimento, egemonia, di costruire senso comune. L’intento esclude qualsiasi visione totalizzante, derive autoreferenziali, centralizzazione marcata dell’organizzazione, pretese di detenere il segreto della “linea giusta”.

Leggi tutto...

dilello oL’incontro promosso da Rifondazione Comunista Sicilia.

“Non abbiamo solo la necessità di rappresentare le lotte dentro lo spazio istituzionale quanto la necessità di costruirle, di imbastirle. Da qui la necessità di agire pratiche sociali affrontando i temi che vanno dal reddito di base universale, esigibilità del diritto alla salute, accoglienza universale e incondizionata dei migranti, diritto all’abitare, il comune come pratica di democrazia diretta”. Così Peppino di Lello (gia' Magistrato facente parte del pool antimafia Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, piu' volte parlamentare) ha introdotto l’incontro che si è tenuto a Palermo per iniziativa della segreteria regionale siciliana di Rifondazione Comunista manifestando il proposito, insieme ad altre compagne e compagni, di andare alla costruzione di un Circolo tematico di Rifondazione Comunista in materia di lotta contro la crisi e il disagio sociale.

Leggi tutto...

Cerca

FB Rosa Rinaldi

 

fabrosa