di Maria R. Calderoni

Questa notizia non la trovate su nessun giornale, né grande né piccolo, e per questo la diamo noi. Non lo sa nessuno, appunto, ma non più tardi dello scorso giugno una grande banca olandese, la ING, ha ricevuto una multa stratosferica di 619 milioni di dollari, la più alta dall'inizio dell'embargo contro Cuba, come penale per aver commesso un delitto inaudito. Quello di aver effettuato transazioni finanziarie nientemeno con Cuba medesima, il Paese Proibito. Lo ha fatto scelleratamente tramite le sue filiali in Belgio e in Francia; lo ha fatto incredibilmente disobbedendo all'OFAC, il temibile Ufficio del Dipartimento del Tesoro di Washington, incaricato di vigilare sugli scambi commerciali internazionali verso i cubani.

Leggi tutto...

pierre_laurent di Pierre Laurent, segretario PCF

Per tutte quelle e tutti quelli che amano il nostro Paese, che in questi cinque anni hanno duramente sofferto per la politica di Nicolas Sarkozy - nel vedere come questa ha indebolito, impoverito, rovinato la Francia - i risultati del primo turno delle elezioni presidenziali (così come si presentano sino a questo momento) suonano come un appello a mettere tutto l'impegno possibile per battere il presidente uscente.

Leggi tutto...

120708ateneAtene, 06 Luglio 2012_ E’ iniziato il 16° Festival Antirazzista di Atene nella zona di Goudì, lontano dagli storici quartieri di movimento di cui, entrando al festival, si respira la stessa atmosfera. Il Festival è organizzato da un coordinamento che include numerose realtà antirazziste greche, organizzazioni che operano a favore dei migranti (associazioni, ong, collettivi) e associazioni e collettivi di migranti stessi.
A dare vita al festival sono quegli stessi collettivi, quelle stesse realtà, che in questi ultimi mesi hanno messo in atto importanti esperienze di mutualismo e autogestione quali le cucine solidali, gli ambulatori medici solidali, le farmacie solidali e molto altro ancora.
Il festival assume un significato particolare in questo periodo di attacco generale nei confronti della società greca, attacco che diviene più grave e violento nei confronti dei migranti, che non solo vivono in un paese incapace di garantire i loro diritti e di offrire un'adeguata protezione, ma che oggi più che mai subiscono l’attacco feroce delle destre.

Leggi tutto...

da l'Umanitè

Exclusif. Le premier tour a marqué pour le Front de gauche le franchissement d’une étape en obtenant avec 11,1 % le score à deux chiffres visé en début de campagne. Qui sont ces électeurs ? Comment la campagne de Mélenchon a-t-elle été reçue par les catégories populaires ? Une étude de l’institut CSA pour l’Humanité aide à mieux comprendre la composition de cet électorat.

Leggi tutto...

egittoscontridi Fabio Marcelli
Ebbi modo di incontrare al Cairo, a settembre, all’epoca consigliere del presidente Morsi, Samir Morcos, intellettuale copto, laico e di sinistra. La sua era una posizione di tutto rispetto, tanto è vero che veniva considerato alla stregua di vicepresidente dell’Egitto. La sua funzione era quella di garantire l’unità nazionale, contribuendo alla creazione, dopo decenni di dittatura, di un senso comune, di un’identità condivisa di tutti gli Egiziani.

Leggi tutto...

121012elettori brasildi Erman Dovis per Marx21.it
PCdoBIl fine settimana appena trascorso ha segnato una tappa fondamentale per il popolo latinoamericano, per la sua lunga marcia verso il progresso, il riscatto sociale, il benessere.
Non c’è stato infatti solamente lo straordinario risultato venezuelano, dove una grande partecipazione popolare e democratica ha consacrato per la quarta volta il Presidente Chavez alla guida del paese e del progetto bolivariano di nuova società.
Nei medesimi momenti si teneva in Brasile il primo turno di una importantissima tornata elettorale, le amministrative per il rinnovo delle cariche di sindaci e consiglieri di 5586 municipi.

Leggi tutto...

121030pc ucrainadi Mauro Gemma
Elezioni in Ucraina. Si profila una grande avanzata dei comunisti e la conferma del partito al governo. Per ribaltare la situazione l'opposizione “europeista” è disposta anche a coalizzarsi con gli ultra-nazionalisti di Svoboda? Con il consenso dell'Unione Europea e della NATO?
Le elezioni parlamentari svoltesi domenica 28 ottobre in Ucraina riconfermano il Partito delle Regioni del presidente della Repubblica Viktor Yanukovic come la forza politica più importante della repubblica ex sovietica.

Leggi tutto...

121015cecadi Elio Rampino*
In questi giorni in Repubblica Ceca si sono tenute le elezioni regionali e per il rinnovo di una parte del Senato. Il risultato delle regioni ha sancito una schiacciante vittoria dei partiti di sinistra a discapito della destra attualmente al governo del Paese, in qualche modo prevista anche se non in queste dimensioni.
Infatti il CSSD (socialdemocratici) ha conquistato ben 9 delle 14 regioni ceche, il KSCM
(comunisti) 2, l’ODS (centro-destra e maggiore partito di governo) una, una è andata
inaspettatamente allo SLK (partito per le autonomie locali) ed una (Praga) non ha votato.
Per il Senato c’è stata la stessa tendenza anche se lì bisogna aspettare i risultati dei ballottaggi.

Leggi tutto...

121108obamaromneyRedazionale
Una volta si diceva che l'uomo più potente del Mondo fosse il Presidente degli Stati Uniti d'America... Ammesso e concesso che fosse vero, e che le "sette sorelle" non fossero mai esistite, possiamo dunque continuare ad affermarlo? La risposta a questa domanda ci consegna probabilmente la chiave di lettura per riportarci sulla terra, e magari consentire ai tanti "dreamers" nostrani di riflettere con maggior pacatezza e buonsenso.  
La rielezione di Barack Obama può forse migliorare qualcosa entro i confini di quel grande paese, sempre che, il Presidente succeduto a se stesso, tenga conto dei molti errori fatti durante il primo mandato; ma vederla come una svolta, o quanto meno un risultato che possa fare la differenza in prospettiva di una ripresa da quella che è unanimemente riconosciuta come una crisi mondiale e strutturale, ci sembra davvero improbabile.

Leggi tutto...